Libri

“L’angelo senza volto”

di Gabriele Ottaviani

Potrebbe essere innocente, e tu lo sai. E sai anche che vuol dire quando gli altri ti giudicano.

L’angelo senza volto, Kevin Frazier, Arto Halonen, Piemme. Traduzione di Gloria Pastorino. Negli anni Cinquanta, a Copenaghen, ci sono stati realmente dei casi di persone che, sotto ipnosi, hanno compiuto degli efferati delitti senza esserne consapevoli né conservarne traccia alcuna all’interno della propria memoria: è a questa inquietante vicenda che si ispira il coinvolgente romanzo, in cui le due voci sanno amalgamarsi in modo solido e piacevole, che racconta di un ex collaborazionista dei nazisti che appena uscito di galera compie una rapina che si conclude con un discreto spargimento di sangue. La cosa più impressionante, però, è che i testimoni oculari descrivono l’assassino come una persona in completo stato di trance: indotta di chi, e perché? Da leggere.

Standard