Libri

“Fiori dalla cenere”

81vDsysm5aL._AC_UY218_SEARCH213888_ML3_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Cameron, coi suoi occhi gentili e con l’accento scozzese. Cameron, che aveva baciato i suoi lividi mormorando: Povera ragazza coraggiosa…

Fiori dalla cenere, Kate Quinn, Nord, traduzione di Anna Ricci. È il millenovecentoquarantasette: la guerra è finita, le macerie e i disagi ci sono ancora. Charlie bussa a una porta. È la sua ultima speranza di ritrovare la cugina Rose, scomparsa sei anni prima in Francia. Ha viaggiato in lungo e in largo. Le apre Eve. Malmostosa. Infuriata col mondo e la vita. Per nulla intenzionata a darle una mano. Ma poi Charlie fa un nome. Quello dell’uomo per cui Rose lavorava. E allora d’improvviso tutto muta in Eve. Perché quel nome appartiene a un uomo che lei cerca da trent’anni. Per vendicarsi… Vibrante, potente, ben scritto, ben caratterizzato, imperniato su due protagoniste diverse ma simili, indomite e monumentali, torrenziale e maestoso. Da non lasciarsi sfuggire.

Standard