Libri

“Città d’argento”

di Gabriele Ottaviani

Marco le piace, maledizione: non doveva succedere, non adesso. Non qui…

Città d’argento, Marco Erba, Rizzoli. Greta non è mai stata in Bosnia, anche se metà della sua famiglia è di lì, non sa nulla di Srebrenica, di una delle pagine più nere della storia recente, non conosce una terra – chi scrive la presente recensione l’ha visitata, in parte, specialmente nei dintorni di Banja Luka, e l’ha ritrovata con lirica credibilità nelle pagine di Erba, ben scritte e ben caratterizzate sotto ogni aspetto – suggestiva e ferita: lei vive a Milano, ha la sua quotidianità. Ma si sa, da sé e dal passato non si può fuggire mai, e così… Da leggere.

Standard