Libri

“Dove va la Germania?”

download (4)di Gabriele Ottaviani

Oggi la democrazia illiberale è un’industria in crescita…

Dove va la Germania? – La sfida della nuova destra populista, Gian Enrico Rusconi, Il Mulino. È la locomotiva d’Europa, specie da quando è stata riunificata, anche se la cosiddetta Ostalgie (nostalgia dell’est, del tempo del violento muro di cui ancora oggi nella bellissima Berlino restano tracce e solchi) non manca di fare proseliti, è la terra la cui lingua ha coniato un termine che è emblematico della relazione che la nazione ha col proprio drammatico passato, significando “vergogna per colpa d’altri”, è un paese di novanta milioni d’abitanti (ma non amano i censimenti, specie dopo quello che hanno passato sotto la Stasi in tempi più recenti e prima ancora in epoca hitleriana) con una grandissima comunità turca, un’economia florida, stipendi alti, tutele per i lavoratori, una salda guida democristiana (ma Angela Merkel, epigona, erede, allieva – che ha superato il maestro – del nume tutelare Helmut Kohl, non si ricandiderà per l’ennesimo mandato) ma pure una sempre più massiccia e per taluni assai preoccupante presenza di formazioni politiche, non prive di punti di contatto con altre compagini continentali, che al sunnominato passato fanno riferimento e che per certi versi hanno messo in difficoltà lo stabile – o presunto tale – sistema politico tedesco: Rusconi, esperto di scienza politica, traccia un ritratto agile e interessante. Per conoscere e capire.

Standard