Libri

“Devotion”

41TpqTdOYeL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Tutto ciò che sono, pensò, mi è stato dato dalla natura.

Devotion – Perché scrivo, Patti Smith, Bompiani, traduzione di Tiziana Lo Porto. Il termine mito è iperbolico per antonomasia. Così come quello di leggenda. Specie se non sono adoperati nell’accezione più immediata, ovverosia quella legata a racconti di storie che hanno quasi dell’incredibile eppure che celano un importante e solido fondo di verità e che soprattutto servono a spiegare, ammonire e insegnare. Quando si dice di qualcuno che è un mito o una leggenda, infatti, si fa riferimento al fatto che le sue imprese e/o la sua statura, per lo più morale, siano eccezionali. Nel caso di Patti Smith però parlare di leggenda suona addirittura riduttivo. Perché davvero si tratta di una personalità incredibile che ha fatto e fa la storia delle musica e con ogni evidenza anche della letteratura, che impreziosisce con questo suo continuo donarsi, comunicando e costruendo bellezza. Da non perdere.

Standard