Libri

“Mina”

di Gabriele Ottaviani

A questa sua maturazione non solo musicale va ricondotto il ruolo fondamentale esercitato da Falqui…

Mina, Luca Cerchiari, Mondadori. Il sottotitolo dice già tutto: una voce universale. E in effetti Mina è davvero una leggenda: amatissima in tutto il mondo, ammirata, capace di valicare le generazioni, cantante, attrice, conduttrice, icona, in grado di fare dell’assenza realmente, per citare il poeta, una più acuta presenza. Luca Cerchiari, musicologo di chiarissima fama, ne realizza un’esegesi approfondita, precisa, puntuale, esaustiva. Per tutti gli appassionati e non solo.

Standard
Libri

“Dal ragtime a Wagner”

download (1)di Gabriele Ottaviani

Al mio tre, spingete la ragazza nel nido di vespe…

Luca Cerchiari, Dal ragtime a Wagner – Treemonisha – Opera in tre atti di Scott Joplin, Mimesis. Prefazione di Gunther Schuller. Postfazione di Giorgio Gaslini. Secondo di sei figli, nato in Texas da Giles, un ex schiavo che lavorava come operaio, e da sua moglie Florence Givins, che aveva invece un impiego come donna delle pulizie, Scott Joplin, vissuto a cavallo fra il milleottocentosessantotto e il millenovecentodiciassette, è stato colui che ha dato vita al ragtime, genere musicale d’ispirazione per tantissimi artisti a tutte le latitudini, all’origine di brani che hanno fatto la storia anche delle più celebri colonne sonore cinematografiche. L’opera che gli è valsa un Pulitzer postumo è rimasta per decenni e decenni misconosciuta, finché non si è avuta la sua prima esecuzione completa: in questo volume interessantissimo e curato con attenzione certosina Cerchiari ne fa un’esegesi dettagliata, contestualizzata, finemente caratterizzata e più che esaustiva, ricchissima di livelli di lettura e chiavi di interpretazione. Da non farsi sfuggire.

Standard
Libri

“Jazz e fascismo”

61Uv2VhRxfL._AC_UL436_di Gabriele Ottaviani

Jazz e fascismo – Dalla nascita della radio a Gorni Kramer, Luca Cerchiari, Mimesis. Domenica è sempre domenica, si sveglia la città con le campane, al primo dindon del Gianicolo Sant’Angelo risponde dindondan: Gorni Kramer ce lo si ricorda più che altro per questa fortunatissima sigla, ma in realtà la sua produzione musicale è decisamente più ampia e varia, e, come quella di tanti altri, di cui Cerchiari fa in questo volume un’ottima, dotta e istruttiva esegesi, affonda le sue radici nella diffusione del jazz, che, in Italia, per certi versi paradossalmente, si diffonde proprio durante le fasi più salienti di quel famigerato ventennio che aborriva, almeno per facciata, l’esterofilia… Interessante.

Standard