Libri

“Lo scacchiere dell’odio”

di Gabriele Ottaviani

Si sentiva diversa. Era diversa. Un’estranea…

Lo scacchiere dell’odio – Giochi di piccole menti che si credevano grandi, Frankie Castiglione, Sabrina Calabrese, Infinaindiana. Finalista all’edizione di quest’anno del premio letterario nazionale Bukowski quest’opera di grande solidità, fruibile e fresca, intensa e puntuale, corale e ben costruita, confezionata e amalgamata, tratteggia con bravura la figura di Nausicaa, una giovane che avverte fra sé e il contesto che la circonda come una sorta di diaframma, come se qualcosa a cui non sa dare un vero e proprio nome né delle fattezze ben definite le impedisse di immergersi pienamente nella realtà della sua vita e nelle relazioni affettive e professionali: emerge pertanto un ritratto molto interessante della contemporaneità, fragile, contraddittoria, complessa. Da leggere

Standard