Libri

“Una favolosa estate di morte”

81g7uYZiLzL._AC_UL436_.jpgdi Gabriele Ottaviani

La Guarino trattò casa Montemurro come fosse la scena di un omicidio.

Una favolosa estate di morte, Piera Carlomagno, Rizzoli. Loris è un magistrato a cui la propria vita dispiace come un abito stazzonato, Viola un’anatomopatologa dall’intuito sopraffino, tanto che, essendo imparentata con la più illustre di tutte le prefiche, sin da piccola la tacciano, fra il serio e il faceto, di stregoneria, Floriana una ragazza bellissima, Sante un architetto cui non mancano gli agganci. Siamo in Basilicata, selvaggia, scabra, storica e mitologica, terra di cultura, e non a caso Matera ne è una delle due capitali continentali, nell’anno del Signore duemiladiciannove: i primi due indagano sul tragico trapasso a miglior vita degli ultimi due, il cui ritrovamento non manca di dare adito a pettegolezzi. E… Splendido, avvincente, accattivante, ammaliante, trascinante.

Standard
Libri

“L’invito”

l'invitodi Gabriele Ottaviani

Io non ci avevo mai pensato. Neanche a cosa volessi veramente, figuriamoci di più.

Piera Carlomagno, L’invito, Aliberti. Laureata in lingua e letteratura cinese, Piera Carlomagno è giornalista professionista e scrive da anni, non solo articoli sul Mattino di Napoli, ma anche narrativa, con una predilezione per il giallo e il noir. Sfumature, queste, che fanno parte a pieno titolo del suo romanzo, che indaga la relazione che talvolta si instaura fra passione e crudeltà, il classico binomio eros e thanatos che mette in risalto gli aspetti più torbidi dell’animo umano, aspetti che in diversa misura appartengono più o meno a tutti. Mirella ha compiuto una brillante scalata sociale grazie a Paolo, ma la sua inquietudine, una sorta di male di vivere sempre presente, la porta laddove non avrebbe mai creduto…

Standard