Libri

“Capitan Grisam e l’amore”

download (5).jpegdi Gabriele Ottaviani

  • La Sindachessa è entrata nella baracca! – rispose lei andando a posarsi vicino alla stufa. – E Rosicchio l’ha morsa.
  • OH, NO!
  • Poverino! – disse Pervinca – Ed è morto?

Prud si mise a ridere.

  • Le ha fatto molto male? – chiesi io, seria.
  • Purtroppo no, le ha solo strappato un pezzo del cappotto.
  • Che guaio!
  • Ben le sta! Così impara a intrufolarsi di nascosto nella nostra baracca! – disse Vì. – Ha mangiato la foglia?
  • Chi, Rosicchio?
  • No, la Pimpernel. Secondo te che l’hai vista, ha capito che abbiamo reso invisibili gli oggetti del Capitano? Che la stanza non era davvero vuota?

Capitan Grisam e l’amore, Elisabetta Gnone, Salani. Elisabetta Gnone, pleonastico a dirsi, è scrittrice di gran talento, si pensi solo a Olga di carta: ha inventiva, fantasia, grazia, eleganza, intelligenza, ironia, gioca con le parole, la lingua, la letteratura, crea mondi in cui è facile perdersi, immergersi, lasciarsi andare, sospendere la propria incredulità, abbandonare il cinismo, lasciarsi alle spalle la dimensione della realtà, che alle volte è grigia e faticosa, e sorprendersi a rincorrere colorate magie nel corso di avventure rocambolesche e strabilianti. Adatto ai bambini di ogni età, è un libro che, come del resto succede sovente anche in altri ambiti, basti solo pensare – è forse l’esempio più facile e immediato che si possa portare – al cinema d’animazione, al di là della veste garrula e allegra di una rappresentazione dedicata per lo più, nel suo livello più immediatamente comprensibile e fruibile, all’infanzia, mostra a qualsiasi lettore la variegata profondità delle possibilità della fantasia.

Standard