Libri

“Campanella”

41p-uyUQ-kL.jpgdi Gabriele Ottaviani

Come dar torto a Campanella, quando scriverà a Francesco Barberini di non meritare l’odio degli spagnoli, come provava il fatto che dei suoi manoscritti molti «si servono» in Spagna?

Campanella, Saverio Ricci, Salerno editrice. Vissuto a cavallo fra sedicesimo e diciassettesimo secolo, è stato uno dei più importanti filosofi della storia d’occidente: altrettanto interessante però è stata la sua vicenda esistenziale, non fosse altro per la pluridecennale carcerazione, fondamentale per la formazione della sua visione del mondo, per cui sperava di trovare una ricetta che lo liberasse dalle brutture. Saverio Ricci, avvalendosi di una messe monumentale di fonti, realizza un ritratto limpido come acqua di sorgente, intenso, appassionante e istruttivo.

Standard
Libri

“Dal profondo del cuore”

51SkagQoDDL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Mi resi conto allora che la vita del paziente è importante, ma la propria non è da tenere in minor considerazione.

Dal profondo del cuore – Diario ed esilio di un cardiochirurgo, Ciro Campanella, Di Renzo editore. Il mestiere del medico non è un mestiere. Non è una professione. È una vocazione. È una missione. Con la medicina si salvano vite. E per farlo al meglio serve il meglio dell’efficienza. In tutti i settori. Ma in Italia non c’è. Perché siamo soffocati dalla burocrazia. Perché le nomine nei nosocomi sono politiche. Ciro Campanella è stato allievo nientedimeno che di Barnard, il primo a compiere un trapianto di cuore, ha diretto per quasi sei lustri l’unità cardiochirurgica della Royal Infirmary di Edimburgo, ha operato, formando generazioni di nuovi chirurghi, in tutto il mondo, ha inventato nuove tecniche d’intervento. Poi un giorno ha deciso di tornare in Italia. E se ne è pentito. Qui racconta perché, e tutta la sua storia. Da leggere.

Standard
Libri

“I tre misteri della morte di Padre Pio”

517h+1toxlL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Siamo dunque dinanzi a sei smentite di Giovanni Paolo II e a quattro indizi che non si possono trascurare.

I tre misteri della morte di Padre Pio, Stefano Campanella, Edizioni Padre Pio da Pietrelcina, San Paolo. È veneratissimo, non solo in meridione. Un ospedale fra i più rinomati d’Italia, in Puglia, ha preso ispirazione dalla sua figura salvifica, cui tanti attribuiscono capacità miracolose e taumaturgiche. È ricordato come un uomo burbero, osteggiato dalle alte gerarchie ecclesiastiche e da quanti guardavano e guardano con sospetto alla sua persona. Alcuni eventi legati al suo passaggio, mezzo secolo fa, a miglior vita, quella eterna, non sono ancora del tutto chiari: Stefano Campanella, eminente studioso della vita e del pensiero di Padre Pio e delle testimonianze su di lui, affronta la precognizione che egli ebbe della propria morte, la misteriosa presenza al suo capezzale della cosiddetta Iacopa, la scomparsa delle stimmate… E non solo. Da non perdere.

Standard