Libri

“Elisabetta II”

71datLEmojL._AC_UL320_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Se sappiamo molto dell’infanzia e dell’adolescenza di Lilibet è grazie a una “soffiata” lunga cinquecento pagine…

Elisabetta II – Ritratto di regina, Paola Calvetti, Mondadori. Il giorno di Pasqua, a Dio piacendo, ché del doman non v’è per alcuno al mondo mai certezza, ma gli auspici, per fortuna, sono favorevoli, soffierà, circondata com’è presumibile dall’affetto dei suoi cari e abbracciata dall’affetto del suo popolo, per cui è, sovrana più longeva della storia, il simbolo stesso dello stato e non solo, bensì anche dello spirito più autentico della nazione, su novantatré candeline: e la gran parte di questi anni li ha trascorsi alla guida (anche di vari veicoli), come capo di stato e della Chiesa anglicana, benché sia stata persino Bond girl per Daniel Craig in occasione delle ultime Olimpiadi londinesi e l’incarnazione del ruolo della vita per molte attrici, a partire, ma non solamente, da Helen Mirren. I primi ministri, uomini e donne, sono passati, lei no: e Paola Calvetti, scrittrice e giornalista di chiara fama, la racconta con la dovizia di particolari che si addice a una regina. Ottimo.

Standard
Libri

“Gli innocenti”

download (4).jpegdi Gabriele Ottaviani

Un minuto fa sentivo il suo respiro. Ora, sono solo.

Gli innocenti, Paola Calvetti, Mondadori. Jacopo e Dasha si amano. Jacopo suona il violino. Dasha il violoncello. Jacopo è italiano. Dasha è albanese. Jacopo è stato abbandonato. È cresciuto in un istituto. A Firenze. L’istituto degli innocenti. Dasha è cresciuta circondata dall’amore. Ha potuto studiare. E pensare che in certi piccoli borghi rurali della sua terra le ragazze per vivere a modo loro sono costrette a diventare a tutti gli effetti degli uomini… Ma lei ha avuto un padre illuminato. Ha attraversato l’Adriatico in barca, caduto il regime. Jacopo e Dasha si amano. Jacopo e Dasha soffrono. Jacopo e Dasha hanno voglia di vivere e un dolore nel cuore. Jacopo e Dasha suonano insieme. La musica è salvezza, linguaggio, condivisione, rivelazione. Paola Calvetti ha una sensibilità di rara delicatezza che commuove, conquista, appassiona e travolge. I ritratti dei due protagonisti sono impareggiabili. Da non lasciarsi sfuggire.

Standard