Libri

“Guardatemi”

41ir-RUa6EL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

La mia follia li collocava in situazioni che io non sapevo di conoscere.

Guardatemi, Anita Brookner, BEAT. Traduzione di Amina Pandolfi. Il libro che con ogni probabilità qualsiasi scrittore avrebbe voluto, vorrebbe o vorrà essere in grado di scrivere, e che in generale qualunque persona, nel momento in cui si trova ad affrontare lo spettro terribile della solitudine, avrebbe voluto, vorrebbe o vorrà leggere. Perché è terribile e straziante ma al tempo stesso consolatorio, un’analisi profondissima, delicata e travolgente della condizione umana, che ognuno di noi vive cercando solo in fondo affetto, comprensione, aiuto, amore. Frances, infatti, lavora in una biblioteca e vorrebbe che il suo mondo cambiasse, vorrebbe più attenzione, e… Imperdibile.

Standard
Libri

“Le regole dell’impegno”

41G5asPwreL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Nei giorni che seguirono sembrò quasi che io stessa lottassi contro la morte…

Le regole dell’impegno, Anita Brookner, Beat, traduzione di Elena Dal Pra. Londra, anni Settanta, l’epoca delle battaglie per i diritti civili, della contestazione, della ribellione, della speranza di cambiamento, rinnovamento, modernizzazione: ognuno desidera essere quel che è, padrone del proprio destino, scegliere in totale autonomia le regole alle quali eventualmente decidere di soggiacere. Betsy ed Elizabeth sono due amiche, di lunga data: i loro background sono completamente differenti, eppure le loro strade si somigliano. In particolare per quel che concerne la scelta degli uomini con i quali provare finalmente a vivere sul serio, facendo in modo che nella propria esistenza non sia marginale il piacere. Ma a che prezzo? Attraverso una caratterizzazione assai appropriata di ambienti, situazioni, sentimenti e personaggi Anita Brookner configura un affresco riuscitissimo e variopinto: da non lasciarsi sfuggire.

Standard