fumetti, Libri

“L’ultima vendetta”

1539358761002.jpg--tex__l_ultima_vendettadi Gabriele Ottaviani

Peste!

L’ultima vendetta, Sergio Bonelli editore. In un bianco e nero straordinariamente evocativo che celebra ed esalta i settant’anni dell’eroe per antonomasia Mauro Boselli e Giovanni Ticci raccontano la storia di Kit che salva un ragazzo aggredito che Tex scopre essere il figlio di una sua vecchia conoscenza, un rivale ai tempi dei rodeo cui aveva strappato la palma di campione nonché salvato dal rischio della perdita della propria vita nonostante il conflitto si fosse ormai tramutato in uno scontro aperto. Ora il prode cowboy se lo ritrova di nuovo dinnanzi mentre vuole vendicarsi del malvagio sceriffo che non ha fatto nulla per salvare suo fratello, ma con che ruolo? Da non lasciasri sfuggire per nessuna ragione al mondo: travolgente.

Standard
fumetti

“Nueces Valley”

Cattura.PNGdi Gabriele Ottaviani

Tex – Nueces Valley, Mauro Boselli (soggetto e sceneggiatura), Pasquale Del Vecchio (disegni), Sergio Bonelli editore. I Comanche sono una tribù nativa americana. Sovente attaccano le carovane dei coloni che, animati da spirito pionieristico, a bordo dei loro conestoga stracarichi di qualsiasi bene di prima necessità attraversano lande più o meno desolate verso ovest in cerca di un luogo gradito per fondare la propria casa. Un giorno, viaggiando per il Texas meridionale, Jim Bridger, un indomito apritore di piste, si imbatte in una scena di questo genere: tra i suddetti coloni ci sono Mae e Ken Willer. I genitori del ranger dei ranger. Ovvero il mito. La leggenda. Tex… In principio in questo caso non era certo il verbo, ma la Nueces Valley, laddove tutto ha avuto inizio: che dire? Semplicemente imprescindibile per tutti gli amanti del genere. E non solo. Perché fumetti come questi sono pura arte, senza se e senza ma. Ben scritti, ben disegnati, appassionanti come e più di un film. O un’avventura da vivere sulla propria pelle.

Standard
fumetti

“Dampyr – I misteri di Praga”

1454061215867.jpg--dampyr__i_misteri_di_praga_di Gabriele Ottaviani

Che la capitale della Repubblica Ceca sia bella lo sanno anche i sassi. Che sia suggestiva idem. Che sia misteriosa non c’è nemmeno da dirlo, anche perché è da sempre storicamente legata all’alchimia, all’occultismo, all’esoterismo, alla magia nera. Harlan Draka è un Dampyr, ossia un cacciatore di vampiri. Combatte contro il male, noto o ignoto che sia, quell’inconnu che sempre i letterati hanno cercato di penetrare con la loro arte, di illuminare con la luce del raziocinio. Harlan Draka vive a Praga, disegnata in maniera più che affascinante in questo volume edito da Bonelli, al Teatro dei Passi Perduti, sull’isola Kampa, è duro, cinico, la sua ironia taglia più di un rasoio, ma ha anche degli ideali incrollabili: Dampyr – I misteri di Praga, di Mauro Boselli, Maurizio Colombo, Luca Rossi e Nicola Genzianella. Per gli appassionati del genere, un’occasione imperdibile.

Standard