Libri

“Quella mattina di luglio”

51jOYbEo0cL._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Il ’43 doveva di necessità essere un anno orribile…

Quella mattina di luglio – La calda estate del commissario Prati, Corrado Augias, Rusconi. Colto scrittore e giornalista dalla penna finissima, intellettuale nel senso più alto del termine, Corrado Augias ambienta in una data ben precisa della storia l’inizio della vicenda di Flaminio Prati, che è commissario di polizia presso il quartiere romano di San Lorenzo, che prende il nome dalla basilica, fuori dalle mura del centro storico, in prossimità del cimitero monumentale del Verano: è il diciannove di luglio del millenovecentoquarantatré, e Prati viene a conoscenza di un delitto. Comincia subito a indagare per capire chi ne sia il responsabile, ma proprio quel giorno la sua città e il suo quartiere vengono bombardati. Tutto crolla. La morte è ovunque, il regime sta collassando. Dappertutto, in particolare, ci sono assassini: e allora Prati, uomo di legge e d’azione, con principi e valori, mette tutto in discussione, si chiede il senso di tutto ciò… Per chi non l’avesse ancora fatto, da leggere.

Standard