Libri

“A testa alta”

di Gabriele Ottaviani

Eppure le avvisaglie c’erano tutte…

A testa alta, Giuseppe Altamore, San Paolo. Ci sono un banchiere, un padre benedettino e un capitano dei carabinieri reali, e non è certo una barzelletta, bensì una storia eroica e drammatica, quella dell’operazione Anton che nel millenovecentoquarantadue si pone come obiettivo l’invasione, da parte italotedesca, della repubblica di Vichy: questi tre uomini, durante l’occupazione della Francia meridionale, danno il via a una rete di salvataggio per gli ebrei, che infatti definiscono quei luoghi come la loro piccola Palestina. Il capitano, Massimo Tosti, rischia in prima persona, e dopo l’armistizio per continuare la sua azione aderisce finanche alla repubblica di Salò: è grazie a lui che quattromila persone non hanno subito le conseguenze atroci della persecuzione, eppure, nonostante il suo provato impegno, a guerra finita viene accusato di collaborazionismo e rischia l’espulsione dall’Arma. La sua è una storia troppo poco nota, che Altamore, col corredo di splendide foto, ricostruisce nel dettaglio: da non perdere.

Standard
Libri

“Auschwitz non vi avrà”

41e2ig2j++L._AC_US218_.jpgdi Gabriele Ottaviani

Il tempo passava e un giorno mio padre mi portò in una città vicina dove aveva avuto il permesso di recarsi presso un enorme magazzino di vestiario. Si trattava di vestiti usati, ma che per noi rappresentavano la manna.

Auschwitz non vi avrà – Una famiglia di ebrei italiani in fuga dalla persecuzione nazifascista, Guido Hassan, Giuseppe Altamore, San Paolo. Liliana Segre ha detto: La vita di Guido Hassan è in sé stessa un romanzo. Un libro che appassiona il lettore dalla prima all’ultima pagina. Il giorno della memoria è passato da poche settimane, ma non si deve dimenticare mai, soprattutto in questo momento storico sempre più disonesto, odioso, violento, cinico, baro, cattivo ed egoista, quanto è accaduto. Perché potrebbe riaccadere, e in modo ancora peggiore. Questa è una storia di resistenza, di sopravvivenza, di rinascita, di speranza, di dolore, morte e paura: da leggere, rileggere e far leggere.

Standard