Libri

“Addomesticare la bicicletta”

addomesticare-la-bicicletta-300x270.jpgdi Gabriele Ottaviani

M’accorgo solo adesso che quella poesia, prima d’allora, non l’avevo mai capita…

Addomesticare la bicicletta, Mark Twain, Mattioli 1885, a cura di Livio Crescenzi. Evocativo sin dal titolo, sentenzioso, suggestivo, enigmatico, ma al tempo stesso concreto, credibile, vivido, perché a tutti coloro che sanno andare in bici è ben presente il ricordo di quando si era alle prime armi, e ci si ritrovava in equilibrio instabile su una cavalcatura riottosa e restia ad accondiscendere ai nostri desideri benché inanimata, questo testo che si compone di una raccolta preziosa di numerosi scritti ancora inediti in italiano, e che continuano ad arricchire la conoscenza dei lettori in merito alla produzione letteraria di un autore formidabile e difficile da catalogare e comprendere pienamente, tanto è variopinto il suo estro, è un meraviglioso catalogo di tic, abitudini e miserie umane. Esilarante, lieve, densissimo.

Standard