Libri, sport

“Calci e pugni sul tetto del mondo”

60010208_2416970791923073_989313852271230976_n-680x469.jpgdi Gabriele Ottaviani

Il titolo di campione italiano arriva in pochi minuti. Per lo sfidante, il romano Mirko Giannina, è stato KO alla seconda ripresa. Biagio non ha dovuto più affrontare gli altri round previsti dall’incontro: in pochi minuti, nel palazzetto dello sport di Altamura, davanti a 1500 spettatori si è laureato campione italiano di kickboxing categoria 64,500 chili e mezzo. Per l’atleta ventisettenne, entrato a far parte della Nazionale di kickboxing nel 1992 e che, con i colori Azzurri, vanta anche due medaglie d’oro nei Giochi del Montenegro nel 2000 e in Grecia nel 2001, è stato il primo titolo da Professionista conquistato in Italia. In precedenza aveva fatto proprio il titolo Dilettanti. Biagio è salito sul ring concentratissimo, assistito dal suo allenatore Donato Milano. Gli sono bastati pochi secondi per dimostrare la sua superiorità: già nella prima ripresa è riuscito a mandare al tappeto l’avversario colpendolo con una serie di ganci. Appena iniziato il secondo round non ha aspettato più di tanto per mettere a segno l’azione decisiva: prima un gancio sinistro poi un diretto destro che ha steso Giannina. Sugli spalti, in platea e sul ring è stato un autentico tripudio per l’esito di una gara preparata a lungo e risoltasi in pochissimo tempo. «Dovevo aggredirlo subito perché è un atleta molto tecnico e queste qualità, se glielo avessi consentito, mi avrebbero messo in difficoltà.»

Calci e pugni sul tetto del mondo – Biagio Tralli identikit di un campione, Rossella Montemurro, Altrimedia, prefazione di Donato Milano, presidente FIKBMS (Federazione Italiana Kickboxing – MuayThai – Savate – Shoot Boxe – Sambo). Rossella Montemurro, giornalista e scrittrice, racconta con prosa semplice e chiara una storia bella, intensa, formativa, edificante, quella di un campione dello sport, che, si sa, è emblema di valori, che, da Matera, attuale capitale europea della cultura, d’infinita suggestione anche per i cineasti (Mel Gibson e non solo, con ogni evidenza), partendo letteralmente dallo spiazzo davanti a casa è diventato, con impegno, caparbietà, disciplina, amore, passione, sacrifici, umiltà, fatica, costanza, abnegazione e rinunce, una leggenda planetaria della kickboxing. Da leggere, rileggere e far leggere. Splendide anche le immagini a corredo.

Standard
Cinema, sport, tv

“L’altra faccia della medaglia”

laltra-faccia-della-medaglia-678x381Pubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

L’altra faccia della medaglia in anteprima assoluta su Rai Sport, giovedì 4 agosto 2016, alle ore 23

L’altra faccia della medaglia è il racconto delle esperienze umane e sportive di tre atleti nazionali alle prese con l’obiettivo di una vita, qualificarsi per i Giochi Olimpici. Attraverso le testimonianze di Fabrizio Donato, Ayomide Folorunso ed Eusebio Haliti, esploriamo il mondo della passione sportiva che, fin da piccoli, coinvolge milioni di italiani nella pratica di discipline tra le più popolari. Il film rivela personalità molto diverse tra loro, ma tutte accomunate da una potente determinazione e da un grande amore per il lavoro e per l’Italia. Alcune immagini di corse podistiche scandiscono i tempi e le parti del film: il riscaldamento, la partenza, il rifornimento, l’arrivo, la premiazione. Come dichiara il regista, Francesco Cordio,”ciascuno di questi capitoli dà modo agli atleti protagonisti di raccontare la propria vita professionale e privata, di rivelare la propria visione dell’atletica leggera e del mondo, dalla piaga del doping fino al sogno di vincere un’Olimpiade”. L’altra faccia della medaglia offre anche momenti di riflessioni sociale, soffermandosi sull’opportunità di integrazione e inclusione che lo sport offre a chi arriva in Italia, scegliendola con convinzione come proprio Paese di adozione. “Forse, a differenza di altri ragazzi italiani, atleti e non, io l’avverto di più la responsabilità di rappresentare l’Italia, perché me lo sono dovuto sudare quel pezzo di carta e fare parte della nazionale mi dà quella spinta in più nel raggiungere i miei obiettivi, sensazioni che non potrei sentire se dovessi correre per l’Albania. Non mi sentirei al posto giusto” (Eusebio Haliti, nato e vissuto in Albania fino all’età di 9 anni).

L’altra faccia della medaglia – teaser “Correre”

Standard
sport

Partita del cuore 2016

unnamedPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

PARTITA DEL CUORE 2016

 

SCENDE IN CAMPO UNA NUOVA SQUADRA: CINEMA STARS

Al fianco della Nazionale Cantanti

anche le star del cinema protagoniste della solidarietà

Il 18 maggio anche il cinema schiera la sua “squadra del cuore”. Grazie al sodalizio della Rai con la Nazionale Cantanti, Rai Cinema farà scendere in campo per la prima volta quest’anno e per la 25esima edizione della Partita del Cuore allo Stadio Olimpico di Roma la nuova squadra “Cinema Stars”.

Al fianco delle stelle della musica, dello sport e della televisione, la formazione cinematografica, che il mitico Mister Marco Tardelli sta allenando duramente in questi giorni, è composta da registi e attori che diventano in questa occasione protagonisti della solidarietà, per la ricerca e la cura di migliaia di bambini malati. A capitanare i giocatori è Luca Zingaretti, mentre in campo correranno, tra gli altri, Pif, Diego Bianchi (Zoro), Fausto Brizzi, Matteo Garrone, Paolo Calabresi, Paolo Genovese, Edoardo Leo, Luigi Lo Cascio, Daniele Pecci, Michele Riondino, Pietro Sermonti, Fabio Troiano, Adriano Giannini, Primo Reggiani, Enrico Lo Verso, Giuseppe Zeno, Ivano De Matteo, Luca Angeletti, Daniele Liotti e Stefano Fresi. Ad arbitrare l’incontro sarà una terna designata dall’AIA.

Il sodalizio tra musica e immagini è antico come la storia del cinema. Schierare le  due squadre in campo sottolinea proprio il legame tra queste due forme artistiche che regalano emozioni e fanno parte della nostra cultura e della nostra memoria collettiva.

Il denaro raccolto della Partita del Cuore sarà devoluto a favore di progetti per la Fondazione Telethon e per la Fondazione Bambino Gesù Onlus, unite dallo stesso obiettivo: la ricerca e la cura. La partnership con Rai Cinema ha favorito l’ingresso di MediCinema Onlus tra i destinatari dei fondi raccolti grazie alla Nazionale Cantanti: una parte del ricavato sarà infatti destinato ai programmi di terapia e ricerca e alla gestione della sala cinematografica all’interno del Policlinico A. Gemelli, inaugurata lo scorso 13 aprile.

La Partita del Cuore sarà trasmessa in diretta il 18 maggio su Rai Uno alle ore 21.20, con la conduzione di Fabrizio Frizzi, in collaborazione con Rai Radio 2 e con la multi- piattaforma di Rai Uno.

È possibile acquistare i biglietti su www.listicket.com, in tutte le ricevitorie Lis del territorio nazionale e tramite call center al numero 892.101.

Per le donazioni, dal 9 al 19 maggio, sarà attivo il Numero Solidale  45502 – La Partita del Cuore 2016 – il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun SMS inviato da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce, Tiscali e per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone e TWT. Sarà di 5 o 10 euro per ciascuna chiamata fatta sempre al 45502 da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali.

Standard
sport

“La maratona delle cattedrali”

IMG_7188webPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Giovedì 29 ottobre ore 12:00 – Sala dei Presidenti del CONI, Foro Italico

(Piazza Lauro de Bosis 15, Roma)

Sarà presentata alla stampa, giovedì 29 ottobre alle ore 12:00, la seconda edizione de La Maratona delle Cattedrali, organizzata da Puglia Marathon ASD, che partirà domenica 20 dicembre alle ore 09:30 da Barletta. Saranno presenti in conferenza Rossella Brescia, madrina della manifestazione, Giuseppe Casale, Presidente di Puglia Marathon, Bruno Molea presidente della AICS, Fabio Pagliara segretario della Fidal nazionale, Elio Sannicandro, Presidente Coni Puglia, Angelo Giliberto, Presidente Fidal Puglia, Tommaso Depalma, Sindaco di Giovinazzo e Valeria Emmi, Coordinatrice progetti Area Programma Italia di WeWorld Onlus.

Già prima maratona del sud Italia per numero di arrivi, La Maratona delle Cattedrali è un evento unico, che nasce dal coinvolgimento di più realtà pugliesi, unite nella condivisione dei valori legati allo sport e alla valorizzazione del territorio.  Una competizione podistica, aperta a tutti, che percorrerà gli edifici della cultura religiosa e artistica locale, appartenenti al ricco patrimonio storico della regione.

Una maratona slow, quindi, da correre ma soprattutto da vivere, La Maratona delle Cattedrali è una manifestazione invernale che unisce sport, cultura e turismo.

L’evento, che alla sua prima edizione ha contato più di 2.300 partecipanti, presenta un percorso che partirà dalla città di Barletta e si snoderà per i suoi 42,195 km attraverso i centri storici e le Cattedrali romaniche dei comuni di Trani, Bisceglie, Molfetta e Giovinazzo, città di arrivo.

Prevista anche la Mezza Maratona e, in ogni città tappa, la Family Run, per un coinvolgimento delle famiglie nella giornata dedicata allo sport e alla condivisione del territorio.

La Maratona delle Cattedrali sostiene WeWorld, organizzazione no profit che da oltre 15 anni garantisce i diritti dei bambini e delle donne più vulnerabili in Italia e nel Sud del Mondo e che ha lanciato il proprio intervento di prevenzione e contrasto al fenomeno della violenza contro le donne con il progetto SOStegno Donna. Parte della quota d’iscrizione alla Maratona delle Cattedrali verrà devoluto a favore del progetto, in particolare, dei 3 sportelli di assistenza medica e psicologica, attivati presso i pronto soccorso di Genova, Roma e Trieste (per info: www.weworld.it).

L’agenzia Amra è media partner della manifestazione (www.amra.it)

 Per iscrizioni e info sulla manifestazione:

www.maratonadellecattedrali.it

Standard