eventi

“Aquarium”

LogoPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

A MAGICLAND, DAL 10 LUGLIO, “AQUARIUM”: NUOVO, AVVENIRISTICO, SPETTACOLO SERALE

Dal 10 luglio – fino alla fine di agosto – il divertimento a MagicLand si arricchirà di un nuovo evento: “Aquarium”, uno spettacolo unico in Italia, che utilizzando le più avanzate tecnologie olografiche, esplosioni di luci, suoni e colori, ogni sera trasformerà il lago, simbolo del Parco Divertimenti, in un immenso acquario. Popolato da delfini, squali e balene che nuoteranno sospesi nella notte di MagicLand, lascerà a bocca aperta grandi e piccini, unendo divertimento e tecnologie all’avanguardia.

Aquarium porta al più grande Parco Divertimenti del Centro Sud Italia il mondo acquatico. Figure mitiche e leggendarie nasceranno dal lago per accompagnare gli ospiti di MagicLand in un viaggio sotto gli oceani, alla scoperta della vita sottomarina. Lo show sarà condotto dalla ninfa che abita da sempre il lago del Parco Divertimenti, e che emergerà dalle acque per far conoscere agli ospiti di MagicLand le creature che si nascondono nel lago e che la sera giocano, libere e indisturbate, nelle sue acque.   Fontane danzanti e musica mozzafiato faranno da cornice al mondo del Re degli Oceani: al centro del lago un acquario olografico di oltre 10 metri ospiterà le creature marine in tutta la loro bellezza, mentre delfini, balene e mille altre specie si mostreranno nella loro armonia, in un trionfo di emozioni, per grandi e piccini.

Aquarium, che ha lo scopo di sensibilizzare e ricordare al pubblico quanto sia importante il rispetto dell’ambiente, in particolare quello acquatico e marino, esordirà dal 10 al 12 Luglio per poi tornare tutte le sere dal 17 luglio al 31 agosto. Ricordiamo che il biglietto per accedere al parco divertimenti viene offerto online o alle biglietterie a partire da 9,90 euro.

Lo spettacolo sarà visibile da parecchi punti del parco, così come dalle tribune della Baia, dove gli spettatori potranno trovare posto a sedere nel pieno rispetto delle regole di sicurezza e distanziamento sociale.

Utile da sapere:

  • Come acquistare i biglietti: è possibile acquistare biglietti e abbonamenti sul sito di MagicLand
  • Come raggiungere MagicLand: Situato tra Roma e Napoli e direttamente collegato all’autostrada A1 Roma-Napoli con uscita consigliata a Valmontone per chi proviene da Nord e da Roma oppure a Colleferro per chi arriva da sud. Qui potrete trovare tutti i collegamenti disponibili per organizzare al meglio la vostra visita.

 

A proposito di MagicLand

Aperto nel 2011, strategicamente situato tra Roma e Napoli e direttamente collegato all’autostrada A1 Roma-Napoli. Offre al pubblico innumerevoli attrazioni. Da non perdere, inoltre, il Planetario più grande d’Europa con proiezione full dome in tecnologia laser 4k. Il Parco Divertimenti MagicLand è il più grande del Centro-Sud Italia. “La Capitale del Divertimento” si estende su una superficie di 600.000 m2, ospita oltre 17.000 piante e uno dei più grandi parcheggi fotovoltaici realizzati in Italia. Inoltre, grazie ad accordi con società del settore fotovoltaico, il 75% del fabbisogno energetico di MagicLand proviene da fonti rinnovabili.

Sito web: https://www.magicland.it

Facebook: https://www.facebook.com/MagicLand.it/

Instagram: https://www.instagram.com/magicland_ufficiale/

Standard
cultura, eventi, Libri

La casa della poesia di Monza

download.jpgPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

LA CASA DELLA POESIA DI MONZA
SALOTTO LETTERARIO REGINA MARGHERITA

Venerdì 18 ottobre ore 17.30

Reggia di Monza – primo piano nobile – viale Brianza, 1

 

DIARIO ORDINARIO 

di e con Ginevra Sanfelice Lilli 

Introduce Antonetta Carrabs – Presidente La casa della Poesia di Monza

Con la partecipazione di Max De Aloe – armonica cromatica


La Casa della poesia di Monza annuncia la presentazione della raccolta di poesie Diario Ordinario (Marco Saya Edizioni) di Ginevra Sanfelice Lilli, ospite del Salotto Letterario Regina Margherita, venerdì 18 ottobre alle ore 17.30, con l’introduzione di Antonetta Carrabs, Presidente della Casa della Poesia di Monza, e con la partecipazione del musicista Max De Aloe – armonica cromatica. L’iniziativa è patrocinata da: Comune di Monza, Gli Eventi di Villa Reale, Parco Letterario Regina Margherita e Parco Valle Lambro, Reggia di Monza e inserita nella rassegna Mirabello Cultura 2019/20. L’ingresso è gratuito, fino ad esaurimento posti.

Ginevra Sanfelice Lilli, poetessa e artista legata al rapporto fra segno e parola poetica, dà voce a sue testimonianze di vita che emergono da materiale edito e inedito, tratto da filastrocche, scritte da bambina, e da brevi brani tratti da pagine di diari che risalgono a quando l’autrice ha iniziato a scrivere. Un materiale teso a tessere nel corso dell’incontro il filo di un’esistenza che vede la scrittura come spina dorsale della sua crescita sotto forma di ragionamento intimo e precoce. Una salvaguardia della propria identità che si rende strumento di formazione, memoria, consolazione e ascolto di sé.

La selezione di poesie raccolte in Diario ordinario è stata pubblicata dalla casa editrice milanese Marco Saya Edizioni nel 2014, e selezionata nel 2015 per il Premio Internazionale di Letteratura Città di Como.

Max De Aloe, tra i più attivi armonicisti jazz in Europa, annovera nel suo curriculum prestigiose collaborazioni con musicisti del calibro di Kurt Rosenwinkel, Adam Nussbaum, Paul Wertico, Bill Carrothers, John Helliwell dei Supertramp, Eliot Zigmund, Paolo Fresu e molti altri.

Ha all’attivo tredici album, realizzazioni di colonne sonore per spettacoli teatrali e documentari, oltre a collaborazioni con poeti, scrittori e registi.

Standard
eventi

Roma Bar Show: intervista a Gabriele Rondani

Gabriele Rondani_Marketing & PR Director1di Gabriele Ottaviani

Sta per aprire i battenti il Roma Bar Show: Convenzionali intervista con gioia per voi Gabriele Rondani, Marketing & PR Director di Rinaldi 1957.

Che evento è il Roma Bar Show e perché è così importante?

È il primo Bar Show in Italia e per questo è importante per tutta la Bar Industry e non solo, una grande occasione per l’Italia di crescere in questo settore anche a livello internazionale.

Rinaldi1957 logo.jpgIn quale veste sarà lì e cosa porterete come novità?

Il mio ruolo è quello di Marketing & PR Director di “Rinaldi 1957”. Porteremo al Roma Bar Show moltissime novità, tra cui due assolute per l’Italia: Ramsbury Single Estate gin, il primo rum spiced cubano Black Tears, quindi il Bourbon e Rye 1776 James E. Pepper, il primo bourbon del Kentucky, e lo Yu Gin, con yuzu e pepe del Sichuan. Come prodotti per Teeling lanceremo il Single Pot Still, mentre per Douglas Laing le nuove release di Big Peat, Scallywag, Timorous Beastie e Rock Island.

L’Italia è il paese dei bar, del mangiare e del bere bene: di cosa ha bisogno secondo Ramsbury_Gin_01_LEVlei il settore?

Il settore ha bisogno che riparta l’economia e i consumi principalmente. Inoltre, per tutti gli esercenti o i proprietari di attività c’è bisogno di una riduzione di leggi e permessi che riducono l’imprenditorialità nel mondo Horeca (Hotellerie-Restaurant-Café, ndr).

Come si misura la qualità di un prodotto?TEELING SPS Bottle and Tube 2

 

Si misura solo la quantità di un prodotto. Scherzi a parte, la qualità è di per sé soggettiva, quindi difficile da standardizzare in base a regole, disciplinari, etc. Tutti noi abbiamo, nel nostro personale, un prodotto che ci piace molto e che sappiamo essere di nicchia. Altrettanti ce ne saranno che invece sono di massa. Per me la qualità si misura alla cieca, perché il packaging influenza la percezione qualitativa di un prodotto. Ma la misura che utilizzo e che apprezzo di più è il sorriso delle persone che degustano un nostro prodotto nelle molte occasioni che abbiamo durante l’anno.

Cosa vi aspettate da questo evento?

Ci aspettiamo di incontrare un pubblico di settore proveniente dal centro-sud Italia più vasto rispetto a tutte le manifestazioni finora avvenute e un pubblico giovane e non solo romano interessato a questo grande evento. Sappiamo che chi ci conosce già verrà a trovarci al nostro stand F1, date le ottime relazioni con il mondo Horeca.

Standard
eventi

Roma Bar Show

Roma Bar Show 2019 Locandina webPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

ROMA BAR SHOW
prima edizione

Roma, 23 e 24 settembre 2019
c/o Palazzo dei Congressi all’EUR
(Piazza John Kennedy, 1)

Si terrà a Roma, lunedì 23 e martedì 24 settembre 2019, presso il Palazzo dei Congressi dell’EUR (Piazza John Kennedy, 1) dalle ore 10:00 alle ore 21:00, la prima edizione di Roma Bar Show, evento internazionale dedicato interamente al mondo del beverage. Masterclass, talk e conferenze, eventi collaterali e un fuori salone dedicati al trade e al consumer, gli stand delle principali aziende e di quelle più indipendenti del settore, il food pairing e lo street food, il caffè, ma soprattutto liquori, vini, spiriti, birra, distillati, i migliori bartender e i loro cocktail, per un evento che coinvolgerà l’intera città di Roma. Professionisti del settore e ospiti internazionali interverranno per condividere le proprie esperienze e conoscenze su trend e novità del settore. Il programma completo e la prevendita dei biglietti al link ufficiale www.romabarshow.com

Nella sua prima edizione Roma Bar Show celebrerà il Centenario del Negroni, declinato nelle interpretazioni di rappresentativi bartender italiani. Tra le aree tematiche, il Mexico Village, che con i distillati di agave racconterà le tradizioni legate a questa terra, grazie a un cocktail bar in stile messicano con guest bartender di diverse realtà del panorama internazionale; la Gin Area, grazie alla collaborazione con IlGin.it coinvolgerà i produttori di Gin italiani e internazionali; la suggestiva Terrazza del Palazzo dei Congressi con il suo splendido belvedere che abbraccia l’intera città di Roma celebrerà l’aperitivo italiano con una serie di eventi. Tra le iniziative in programma, la finale italiana di “The Vero Bartender”, cocktail competition targata Montenegroche si svolgerà domenica 22 settembre, ma anche l’arrivo di “La Classica 2019” evento ciclistico promosso daMartini Racing, che quest’anno vedrà la sua conclusione a Roma Bar Show coinvolgendobartender ciclisti provenienti da tutto il mondo.

Novità appena annunciata dall’organizzazione sarà RBS Academy, una serie di laboratori tenuti da alcuni dei più importanti esponenti del bartending italiano e internazionale. Verrà esplorata la creatività e l’eccentricità londinese, il tocco italiano che ha conquistato il mondo intero, la storia e la tradizione che si miscelano con l’innovazione, come la scienza applicata alla miscelazione possa creare drink rivoluzionari. Tra i protagonisti attesi, Antonio Parlapiano del The Jerry Thomas Speakeasy di Roma che spiegherà tecniche e segreti di 10 drink iconici, ma anche Filippo Sisti che racconterà la “Sinergia tra Bar e Cucina, conoscenza e logica nella miscelazione di Talea Cocktail Bar” di Milano, Flavio Angiolillo, al centro del “Giro del Mondo seduto al bancone di Iter” e ancora Simone Caporale, Remy Savage, Gabriele Manfredi, Tony Pescatori e tanti altri. Tra gli speaker dei seminari annunciati, che si terranno nell’Auditorium Capitalis (800 posti a sedere) del Palazzo dei Congressi, spiccano le presenze di Pietro Collina del Nomad Bar di New York, di Davide Segat e Daniele Liberati dell’Edition Bar di Londra, di Patrick Pistolesi e Alexander Frezza, ma anche il racconto Classics Innovation curato dal team del Savoy American Bar di Londra, supportato da Ron Diplomatico, Desmond Payne e Anistatia Miller per Gin Gin Gin realizzato in collaborazione con Beefeater Gin. Altri ospiti internazionali saranno svelati a breve.

Le masterclass prevedono focus sulle eccellenze italiane, dal Vermouth di Torino Superiore Gamondi al metodo Vecchia Romagna e la Riserva Tre Botti, dai rosoli di Giardini D’Amore all’Anice Secco Varnelli. Non mancherà il food, con oltre dieci proposte curate da Agrodolce, che ha selezionato diverse realtà della cucina nostrana che saranno protagoniste con una serie di food truck. Spazio quindi a Pizza e Mortazza, Supplizio, Gricia Road, Olive Ascolane Migliori, ma anche la cucina messicana di La Punta Expendio di Agave e Coffee Pot sino alle polpette di Pret-à-Polpett. Tra gli altri ospiti Ken Lindsay, Brand Ambassador di Chivas Regal, Nicola Risk, European Ambassador per The Macallan. Jim Meehan, bartender di fama internazionale e autore di diversi libri sul mondo della mixology, in collaborazione con la casa editrice Readrink, presenterà il suo nuovo libro “Meehan’s Bartender Manual”. Roma Bar Show prevede anche un Fuori Salone che vedrà protagonista tutta la città a partire da domenica 22 settembre, con il coinvolgimento di tanti locali e guest internazionali che si alterneranno dietro i banconi di Jerry Thomas Speakeasy, La Punta Expendio de Agave, Freni e Frizioni, Hotel Locarno, Drink Kong, Aquaroof Terrazza Molinari del First Hotel, Argot, Club Derrière, Banana Republic, Baccano, Metropolita, Chorus Cafè e tanti altri.

“Il progetto Roma Bar Show – spiegano gli organizzatori – nasce dall’esigenza del trade, delle aziende e degli addetti ai lavori, di ritrovarsi e confrontarsi in un evento italiano di profilo internazionale con lo scopo di elevare le attività della spirit industry e della mixology in Italia. Fin da questa prima edizione, la manifestazione ha l’obiettivo di divenire la fiera leader in Italia dedicata al mondo del bar, del beverage e dell’accoglienza”.

La due giorni è promossa e organizzata da RIBS SRL di Andrea Fofi, Fabio Bacchi, Leonardo Leuci e The Jerry Thomas Project e Giuseppe Gallo. La partnership di Acqua San Pellegrino garantirà ai visitatori acqua per tutta la manifestazione, altri importanti sponsor e partner sono Radio Globo, Banca Sella, Organics di Red Bull, Ghiaccio Facile, Birra Asahi, Pratesi Hotel Division, Bernabei, Zero, Bartales, Agrodolce, Blue Blazer ilGin.it. L’APP “Tu Drink”, integrata per la manifestazione consentirà ai visitatori di orientarsi tra spazi espositivi, eventi e attività fuori salone.

Per maggiori informazioni
info@romabarshow.com
www.romabarshow.com
www.instagram.com/romabarshow

www.facebook.com/romabarshow/

Standard
eventi, Libri

Bancarella 2019

LOCANDINA-BANCARELLA2019-A2Pubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Premio Bancarella 2019

67^ edizione

 

Domenica a Pontremoli la cerimonia di assegnazione del Premio 

Pontremoli (MS) – Si avvicina a grandi passi la serata conclusiva di questa sessantasettesima edizione del Premio Bancarella, il premio dei librai indipendenti italiani che insieme alla Fondazione Città del libro, alle Associazioni dei Librai Pontremolesi e delle Bancarelle, e col supporto del Comune di Pontremoli, mantengono viva questa lunga tradizione nata nel 1952 dai librai ambulanti di Montereggio e Pontremoli.

I sei finalisti del Premio Bancarella 2019, già vincitori del Premio Selezione Bancarella, sono:

Elisabetta Cametti, Dove il destino non muore, Cairo

Alessia Gazzola, Il ladro gentiluomo, Longanesi

Tony Laudadio, Preludio a un bacio, NN Editore

Marino Magliani, Prima che te lo dicano gli altri, Chiarelettere

Marco Scardigli, Évelyne, Interlinea

Giampaolo Simi, Come una famiglia, Sellerio

 

Il vincitore verrà proclamato domenica 21 luglio in occasione della cerimonia di premiazione che si svolgerà nella suggestiva cornice di Piazza della Repubblica.

Quest’anno sarà Gioia Marzocchi, conduttrice televisiva e attrice, ad accompagnare lo svolgersi dell’evento e come tradizione vuole, il pubblico potrà seguire in diretta lo spoglio dei voti.

La serata avrà inizio alle ore 21 e insieme ai finalisti sarà presente in qualità di Presidente del Premio la scrittrice Sara Rattaro, vincitrice del Premio Bancarella 2015 con il romanzo Niente è come te (Garzanti).

 

Standard
eventi

Dal Mississippi al Po

festival_bluesPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Dal Mississippi al Po 15° edizione

Fiorenzuola D’Arda

Programma:

 

28 Giugno

Anteprima festival

The Drive band live

Davide Van De Sfroos live

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 21,00

6 Luglio

Inaugurazione mostra d’arte

Fiorenzuola D’Arda, Ex Macello, ore 17,30

Festival 11 Luglio

Aperitivo letterario

Fiorenzuola D’Arda, Ex Macello, ore 19,00

Born on the Bayou.

I Creedence Clearwater Revival sono stati la più grande rock band americana di sempre? Ce lo raccontano Maurizio Galli & Aldo Pedron insieme a Seba Pezzani.

Caffè letterario

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 21,15

DolceFeroce. Dove osa l’animo femminile.

Ce lo spiega Francesca Bertuzzi, pungolata da Luca Ponzi.

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 22,00

Popa Chubby “Woodstock Special” LIVE

12 Luglio

Aperitivo letterario

Fiorenzuola D’Arda, Ex Macello, ore 19,00

La musica nelle parole.

Paolo Del Conte si mette a nudo di fronte a Seba Pezzani, tra storia, musica e letteratura.

Caffè letterario

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 20,30

L’altra Avana.

Davide Barilli racconta a Seba Pezzani l’appeal letterario di una città, di una nazione e di un popolo.

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 21,15

Un francese nel Delta del Mississippi.

Patrick Raynal va in cerca delle radici del blues, con l’assistenza di Jean-Bernard Pouy.

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 22,00

Keb Mo LIVE

13 Luglio

Aperitivo letterario

Fiorenzuola D’Arda, Ex Macello, ore 19,00

Groupie.

Ogni rito ha i suoi dei e le sue baccanti. La figura della groupie talvolta ha oscurato quella della rockstar di riferimento. Eleonora Bagarotti e Seba Pezzani ne parlano con Barbara Tomasino.

Caffè letterario

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 20,30

I luoghi del pensiero.

Le grandi idee possono essere figlie di un luogo e di una routine? Paolo Pagani proverà a spiegarlo a Seba Pezzani, attraverso le suggestioni di posti cari a grandi pensatori europei moderni.

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 21,15

La migliore musica rock di sempre.

David Hepworth ci aiuterà a capire qual è con l’aiuto di Eleonora Bagarotti e Barbara Tomasino.

 

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 22’00

Johnny Cash my friend.
Bobby Solo & Broadcash LIVE
Back to the roots of blues and rock and roll.

14 Luglio

Aperitivo letterario

Fiorenzuola D’Arda, Ex Macello, ore 19,00

Lassù all’inferno.

Come si può scendere salendo e come si può trovare redenzione nella sporcizia. A spiegarlo a Seba Pezzani ci pensano Maurizio Matrone e Franco Foschi.

Caffè letterario

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 20,00

Blues Pills. Quando il blues è una medicina.

Antonio Boschi ci racconta un mondo attraverso le sue storie, con l’ausilio di Seba Pezzani.

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 20,30

Lo scherzo del destino.

La quotidianità come spunto per la grande narrazione. Giorgio Scianna si racconta al collega e compagno di scuderia Diego De Silva.

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 21,15

Tra Napoli e Memphis. Scugnizzi o bluesman?

Un grande autore italiano, Diego De Silva, si racconta a Maurizio Matrone.

Fiorenzuola D’Arda, Piazza Molinari, ore 22,00

Bombino LIVE

Standard
eventi, Libri

Malafollia – Il reading a Ragusa

download.jpgPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Alla X edizione di A Tutto Volume – Libri in Festa a Ragusa

Reading di Francesco Montanari tratto dai racconti del libro

Malafollia, Premio Goliarda Sapienza

Intervengono

Nicola Gratteri, Procuratore della Repubblica di Catanzaro

Roberto Alajmo, giornalista e scrittore

Conduce

Antonella Bolelli Ferrera, giornalista e scrittrice

sabato 15 giugno – ore 23,00 piazza San Giovanni

Sabato 15 giugno, in Piazza San Giovanni, a Ragusa, nell’ambito della X edizione del festival letterario A tutto volume, saràFrancesco Montanari a dare voce alla pazzia narrata nei racconti di Malafollia, il libro nato dal progetto speciale del Premio Goliarda Sapienza, che per la prima volta ha dato vita ad una factory creativa formata dagli autori-detenuti che più si sono distinti nel corso delle precedenti edizioni.

Nel corso dell’incontro, dialogheranno di pazzia, di carcere e malavita con Antonella Bolelli Ferrera (curatrice del libro e del Premio Goliarda Sapienza), Nicola Gratteri e Roberto Alajmo. La curatrice Bolelli Ferrera ha annunciato che i racconti di Malafollia sono la base di un più vasto progetto di scrittura collettiva del Premio Goliarda Sapienza promosso da InVerso Onlus e SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, e a cui è stata conferita la Medaglia del Presidente della Repubblica.

 

Standard
cultura, eventi, Intervista

Premio Voci 2019 – Intervista ad Antonella Piccolella

download.pngdi Gabriele Ottaviani

Che cos’è il Premio speciale Borsa di studio Gaetano Piccolella?

La Borsa di studio Gaetano Piccolella è un premio di poesia di 500 Euro riservato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado assegnato nel contesto del Premio Letterario Internazionale Voci – Città di Roma. Il Premio Voci, quest’anno alla sua XIV edizione, è organizzato dal Circolo I.P.LA.C. (Insieme Per La Cultura). La Borsa di studio è stata istituita lo scorso anno in memoria di mio padre Gaetano Piccolella, socio-fondatore dell’I.P.LA.C., scomparso prematuramente nel 2017 per incoraggiare i giovani nella scrittura poetica. Gli studenti delle scuole secondarie possono partecipare gratuitamente alle sezioni A (poesia singola fino ad un massimo di 4 poesie) e B (libro di poesia). Oltre alle poesie in versi liberi, i ragazzi si possono cimentare anche con la scrittura in metrica o in dialetto. Lo scorso anno hanno partecipato 142 ragazzi su scala nazionale con oltre 300 poesie, ed è risultata vincitrice una studentessa del Liceo Classico di Avellino “Publio Virgilio Marone”. Quest’anno per finanziare la borsa di studio è stata pubblicata la raccolta di poesie di Gaetano Piccolella Desideri d’Amore disponibile su Amazon (https://tinyurl.com/y326jnf5).

Perché nella società dei social network c’è ancora bisogno di poesia?

Siamo in un’epoca in cui si corre tantissimo, i ragazzi sono costantemente esposti a stimoli esterni, apparentemente molto connessi ma in realtà sempre più isolati. Anche il linguaggio è cambiato. Si ricerca l’efficienza nella comunicazione e scompare la ricerca della parola giusta, della nuance che faccia la differenza. I ragazzi di oggi hanno un’acuta intelligenza e spiccata sensibilità ma spesso non sanno come esprimerla, come trovare la loro voce. La poesia è il linguaggio dei sentimenti che restano universali, travalicando confini e generazioni. La poesia offre ancora un’importante spazio di espressione per i giovani, che comunque la coltivano anche se in forme diverse attraverso la musica, la street art o quella estrema forma di “haiku” che sono i tweet.

Che messaggio vuoi trasmettere ai giovani?

Il messaggio che voglio trasmettere è che scrivere, soprattutto scrivere poesia, è un grande valore e va quindi riconosciuto e premiato. Mi auguro che la poesia possa essere di sostegno ai ragazzi di oggi così come lo è stato per mio padre che sin da giovane ha convissuto con la depressione trovando nella poesia un porto sicuro, uno spazio in cui essere se stesso, dare sfogo alle paure e riporre le speranze. La poesia è uno strumento per trovare sé stessi e tirare fuori quell’Io che la società nasconde dietro i ruoli, i risultati e le aspettative. La poesia è una forma di resistenza, è negli occhi e nel cuore di chi scrive. La penna è lo strumento attraverso cui questi piccoli grandi micro-mondi diventano di tutti e diventano per sempre.

Standard
eventi, Intervista

Roman Poetry Festival: intervista a Igor Patruno

1559642583089_castelporziano2di Gabriele Ottaviani

A Igor Patruno si deve il Roman Poetry Festival: Convenzionali con gioia lo intervista per voi.

Cos’è la scuola romana?

La scuola romana è nata all’inizio del Novecento in via dei Sediari, una viuzza nelle vicinanze di piazza Navona, dove era la casa di Sergio Corazzini.  In realtà più che uno stile unico e definito, si va dal crepuscolarismo alla “disperata vitalità” di Pasolini, la scuola romana è caratterizzata da due elementi ben distinguibili. Innanzi tutto una smisurata “passione dell’io”, un “io in fiamme” che reagisce alle contraddizioni della modernità. L’altra caratteristica è la predilezione per la poesia orale, ovvero recitata, si va da Palazzeschi che studiava da attore, alle performance del Beat 72, fino al Festival Internazionale dei Poeti del 1979 a Castelporziano. Volendo fare qualche nome si va da Palazzeschi a Cardarelli, da Penna a Pasolini, passando per la Morante, la Rosselli, e poi ancora Bellezza, Zeichen, Manacorda, Di Francesco, Veneziani, Scartaghiande, Magrelli, Paris. Proprio Renzo Paris pubblicò nel 1982 per Lerici, “L’io che brucia”, una antologia della scuola romana di poesia. In occasione della mostra “Poeti a Roma” che sarà al WeGil fino al 23 giugno e dell’evento ad essa collegato, ovvero il Roman Poetry Festival del 16 giugno, Edizioni ponte Sisto ha ristampato “L’io che brucia” in edizione limitata, in vendita solo nel bookshop della mostra.

Perché oggi c’è bisogno di poesia?

La poesia, pur essendo la più fragile tra le attività che utilizzano il linguaggio – non produce enunciati teorici, mavisioni –  è tuttavia in grado di andare oltre il dicibile. Mi spiego meglio. Il linguaggio della poesia è disvelante perché sfiora qualcosa di cui il logos, ovvero il ragionamento razionale, non può parlare. Dunque se vogliamo davvero conoscere noi stessi e il mondo nel quale viviamo abbiamo un disperato bisogno di poesia. Ma non basta. La poesia è anche e soprattutto prendersi cura con la parola, con il linguaggio del mondo e dell’umano che lo abita. Nella nostra modernità sfilacciata, “prendersi cura” dell’esserci nel mondo e delle entità che lo compongono è molto importante.

Quale messaggio spera che questo evento trasmetta al pubblico?

Spero che il Roman Poetry Festival contribuisca a suscitare una nuova attenzione per la poesia, da parte del pubblico, ma anche delle istituzioni. La poesia deve tornare nelle scuole, e devono essere i poeti a portarcela, con la loro voce, con la loro presenza fisica.

Standard
eventi

Sorsi d’autore – Il progetto

sorsi 2018_nogarole-37Pubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Sorsi d’Autore è una manifestazione che da vent’anni valorizza in Veneto il connubio cultura-enogastronomia attraverso eventi in alcune prestigiose Ville Venete. Il format è semplice ma di grande appeal. Ogni giorno viene proposto un noto autore legato alla cultura italiana, il quale dialogherà con giornalisti di calibro nazionale presentando il suo ultimo libro e coinvolgendo anche gli spettatori in un dibattito che renderà dinamici gli incontri. Tutto questo è accompagnato da wine tasting e degustazioni di prodotti offerti da storici consorzi o cantine del Veneto presentate da sommelier professionisti AIS.

Nel pomeriggio, sempre nei locali delle Ville, in  attesa di incontrare gli ospiti, sono in programma momenti di degustazioni delle migliori selezioni delle cantine aderenti alla manifestazione, accompagnati da prodotti enogastronomici del territorio. A seguire il pubblico può usufruire del servizio “visite guidate”, nato per coinvolgere ed avvicinare il pubblico al mondo delle Ville Venete.

La manifestazione Sorsi d’Autore è un progetto della Regione del Veneto, Istituto Regionale Ville Venete, Fondazione Aida, con il patrocinio dell’Associazione per le Ville Venete.

Info: FONDAZIONE AIDA
Via Dino Degani, 4 – 37125 Verona – Italy
Tel. +39 045.800.14.71 / 045.59.52.84

Standard