Cinema

“La battaglia dei sessi”

download.jpgdi Gabriele Ottaviani

Si vede che le mani sono due, e l’armonia che di solito le unisce qui si manifesta in misura minore. La regia è semplice, lineare, come tutto il film, godibile e fluido ma senza guizzi, troppo pieno di cliché, nonostante il cast funzioni, soprattutto, va senza dirsi, l’ottima Emma Stone, comunque troppo bella, nonostante non sia valorizzata, per essere davvero somigliante a Billie Jean King, la Navratilova di Long Beach, la Mauresmo della California, figlia di una famiglia più che tradizionale, vincitrice di trentanove tornei tra singolare, doppio e doppio misto, che in ogni modo era piacente ma più mascolina, e Steve Carell, suo contraltare, interprete di Bobby Riggs, genio e sregolatezza della racchetta, numero uno del mondo in più occasioni e vincitore a Wimbledon, nell’adattamento della celeberrima partita di tennis di risonanza planetaria che il venti di settembre di quarantaquattro anni fa negli Stati Uniti dette finalmente risalto alla nascente WTA e al professionismo femminile, considerato, tra uno smash e un rovescio bimane, di serie B. La battaglia dei sessi vede una donna sempre più consapevole, anche della sua sessualità, rappresentare un intero movimento contro l’imperante maschilismo che la circonda: una storia importante. In sala dal diciannove di ottobre.

Annunci
Standard
Cinema, tv

Galà Cinema Fiction Campania – IX edizione

GUR2451Pubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Conclusa con grandissimo successo, ieri, la IX edizione del Galà del Cinema e della Fiction in Campania, ideato da Valeria Della Rocca, diretto da Marco Spagnoli in collaborazione con Film Commission Regione Campania.

Il Galà è diventato, anno dopo anno, un appuntamento ormai immancabile che celebra e premia non solo le produzioni televisive e cinematografiche che raccontano Napoli e la Campania – sempre più alla ribalta nel panorama dell’audiovisivo internazionale – ma anche molte eccellenze dello spettacolo italiano.

A fare gli onori di casa, nella splendida cornice del Castello Medioevale di Castellammare di Stabia, Maurizio Casagrande affiancatod alla madrina dell’evento Sarah Felberbaum premiata anche con Il Premio Speciale Cinema e Moda da Eles Couture  ed un gioiello disegnato ad hoc da  Eres Design.  Molte le star del cinema made in Italy che si sono avvicendate sul palco per ritirare i numerosi premi. Prima fra tutte la grande Claudia Cardinale (Premio Speciale alla Carriera) e ancora Pif, (Premio Speciale Impegno Civile), Donatella Finocchiaro (Donne per l’Audiovisivo), Edoardo Leo (Attore dell’anno), Vincenzo Marra (Premio Speciale alla Regia), Paola Saluzzi (Giornalista dell’anno), Stella Egitto (Rising Star), Christiane Filangeri (Premio Banca Stabiese Eccellenza Artistica), Francesco Frigeri (Premio Speciale Pecorella Marmi -Scenografia ), Alessandro D’Alatri  (Premio Speciale della Giuria Regista Impegno in Campania), Pina Turco (Premio Speciale della Giuria Attrice Rivelazione), “Gatta Cenerentola “ di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri e Dario Sansone ( Premio Speciale della Giuria) Dolce &Gabbana  (Premio Speciale Cineturismo).

Nel corso del Gala sono stati assegnati anche i riconoscimenti per le opere in concorso. A giudicarli, un’autorevole giuria composta da  i giornalisti Valerio CapraraEnrico MagrelliTonino PintoAlessandro Barbano, gli attori Fioretta MariCaterina MurinoMarco Bonini, i registi Cinzia TH Torrini e Riccardo Grandi, il produttore Enzo Sisti e Corrado Matera, Assessore al Turismo Regione Campania.

Ecco tutti i vincitori del Concorso:

  1. Miglior Film Drammatico– L’INTRUSA di Leonardo Di Costanzo
  2. Migliore Attore di Film Drammatico – MICHELE RIONDINO(Falchi di Toni D’Angelo)
  3. Migliore Attrice di Film Drammatico– LUISA RANIERI (Veleno di Diego Olivares)
  4. Miglior Film Commedia– AMMORE E MALAVITA dei Fratelli Manetti
  5. Migliore Attore di Film Commedia – CARLO BUCCIROSSO per Ammore e Malavita
  6. Migliore Attrice di Film Commedia – MIRIAM CANDURRO per Vieni a Vivere a Napoli
  7. Miglior Fiction– I BASTARDI DI PIZZOFALCONE di Carlo Carlei
  8. Migliore Attrice di Fiction – ALESSANDRO GASSMAN (I Bastardi di Pizzofalcone)
  9. Migliore Attore di Fiction – CAROLINA CRESCENTINI(I Bastardi di Pizzofalcone)
  10. Miglior Spot– THE ONE –  DOLCE E GABBANA regia di Matteo Garrone

Il Galà del Cinema e della Fiction in Campania nasce dall’idea di Valeria Della Rocca, amministratore della Solaria Service Event Organizer,di puntare l’attenzione sul fenomeno del “cineturismo” quale prezioso indotto di incremento economico della Regione Campania.

Il vettore ufficiale della manifestazione è Trenitalia.

Realizzato anche grazie agli sponsor UniPegasoBanca StabiesePecorella MarmiIn Tavola, Sire ricevimenti, Galà Eventi, Il Castello Medievale di Castellammare di Stabia, Hotel Santa Lucia e Towers di Castellammare di Stabia.

Standard
Cinema

“L’uomo di neve”

l-uomo-di-neve-con-michael-fassbender-trailer-italiano-ufficiale-1200x630di Gabriele Ottaviani

L’uomo di neve. Dall’omonimo, noto e buon romanzo di Jo Nesbø, per la regia di Tomas Alfredson (sostituto della “prima scelta”, rimasta nella pellicola col ruolo di produttore esecutivo, un certo Martin Scorsese…). Con Rebecca Ferguson, Charlotte Gainsbourg, James D’Arcy, Toby Jones, Val Kilmer, J. K. Simmons, Chloë Sevigny, Jamie Clayton e soprattutto, nel ruolo del protagonista Harry Hole, detective alcolizzato che indaga su un assassino che decapita le proprie vittime, Michael Fassbender, garanzia di fascino e talento. In sala da oggi, dodici di ottobre, è un classico thriller coi fiocchi nelle gelide atmosfere del profondo nord. Da non perdere.

Standard
Cinema

“Nove lune e mezza”

9-Nove-Lune-e-Mezza-Foto-di-Livio-Bordone-3983di Gabriele Ottaviani

Livia e Tina sono sorelle. Si vogliono bene. Sono entrambe sulla quarantina. Non potrebbero essere più diverse. Una delle due vorrebbe tanto avere dei bambini, ma per realizzare il suo sogno non può che ricorrere all’aiuto dell’altra, che porterà realmente avanti la gravidanza mentre la sorella fingerà di essere incinta. In un turbine di situazioni paradossali. D’impianto teatrale, il film di e con Michela Andreozzi gioca con gli stereotipi: in sala da oggi, dodici di ottobre, si lascia guardare e diverte senza pretese. Nove lune e mezza: con Claudia Gerini, Giorgio Pasotti, Lillo, Alessandro Tiberi, Massimiliano Vado, Stefano fresi, Nunzia Schiano, Lello Mascia, Paola Tiziana Cruciani e Graziella Marina.

Standard
Cinema

“Loving Vincent”

Cp80vnOWIAE_6AV.jpgdi Gabriele Ottaviani

In sala il sedici, il diciassette e il diciotto di ottobre, è un capolavoro che ha vinto il premio del pubblico al prestigioso festival di Annecy. Loving Vincent è un bellissimo e imperdibile film di animazione anglopolacco che, interamente dipinto su tela, rielaborando più di mille pitture per migliaia e migliaia di fotogrammi realizzati da oltre dieci dozzine di artisti, riproduce alla perfezione lo stile di Van Gogh e ci fa immergere nella sua vita e nella sua opera dando origine a un’esperienza di straordinaria potenza emotiva. Con Douglas Booth, Jerome Flynn, Chris O’Dowd, Aidan Turner e la deliziosa ed estremamente talentuosa Saoirse Ronan, che sono talmente affascinanti da essere stupendi e più veri del vero anche quando dipinti, narra la vicenda, ambientata nella Francia del milleottocentonovantuno, del giovane Armand Roulin, che riceve dal padre postino l’incarico di recapitare una lettera a Theo, fratello del fresco suicida Vincent. Nella metropoli tentacolare delle mille luci, Parigi, Armand non riesce a rintracciare il parente dell’artista, ma… Imperdibile, geniale, sensazionale.

Standard
Cinema

“Il decalogo nella città eterna”

HIMMELVERBOT_imgPubblicazione a cura della redazione del comunicato stampa

Tre giorni di proiezioni e incontri dedicati al tema dei Dieci Comandamenti e alla loro rilevanza nel XXI secolo, nell’anno dell’anniversario della Riforma luterana. Dal 13 al 15 ottobre approderà alla Casa del Cinema di Roma il progetto ecumenico dal titolo Non ucciderai … Non uccidere! Il Decalogo nella Città Eterna, frutto del lavoro di cinque anni svolto dalla Fondazione evangelica St. Matthäus e dalla Fondazione cattolica Guardini, entrambe con sede a Berlino. Il programma è stato realizzato grazie al sostegno del Ministero Affari Esteri Tedesco.

Il progetto si propone non solo di valorizzare il Decalogo quale valore morale e sociale comune alle differenti religioni, ma vuole esplorare, attraverso le arti – la musica, la letteratura, le arti visive e i film – il suo grado di influenza nella società moderna.

Si tenterà di divulgare la rilevanza del messaggio dei Dieci comandamenti attraverso la proiezione di film a lungometraggio e cortometraggio. Si comincerà venerdì 13 alle ore 20.00 con il film di Andrei Schwartz Cielo proibito, a cui farà seguito l’incontro con il regista. Sabato pomeriggio sarà la volta della presentazione di un filmato basato sulla selezione di immagini dedicate a Lutero nel cinema e la proiezione di due cortometraggi intitolati Il vecchio Egon Non mi manca nulla. La sera sarà invece dedicata alla proiezione del lungometraggio Transfer – Il sogno con la vita eterna del regista Damir Lukacevic. Domenica 15, chiusura della rassegna con La buona vita di Jens Schanze e altri due cortometraggi conclusivi.

Contemporaneamente alla programmazione della Casa del Cinema verranno esposte presso la Chiesa Evangelica di Roma due videoinstallazioni di artisti contemporanei mentre alle ore 17.00 di domenica 15 ottobre il compositore tedesco Charlotte Seither eseguirà in prima mondiale, durante il vespro ecumenico, la sua nuova composizione musicale intitolata Anrufungen (Sette respiri).

 

PROGRAMMA

 

VENERDÌ 13 OTTOBRE

 

ORE 20.00 Himmelverbot (Cielo Proibito) di Andrei Schwartz (87’)

a seguire conversazione con il regista

 

SABATO 14 OTTOBRE

ORE 15.00 Luther im Film (Lutero nel Cinema) (49’)

una compilazione di scene da documentari e lungometraggi

a seguire intervento del Dr. Bernd Krebs

ORE 17.30 | Alter Egon (Il vecchio Egon) di Levin Hübner (15’)

Mir Fehlt nichts (Non mi manca nulla) di Petra Lottje (13’)

a seguire conversazione con la regista

ORE 20.30 | Transfer – Der Traum vom ewigen Leben (Transfer – Il sogno con la Vita Eterna) di Damir Lukacevic (90’)

a seguire conversazione con il regista

DOMENICA 15 OTTOBRE

ORE 11.30 | Das gute Leben (La buona vita) di Jens Schanze (94’)

 

ORE 15.00 | Kaukasische Rochade (Arrocco caucasico) di Ulrich Aschenbrenner (16’)

Vom Wald her (Dal bosco) di Juliane Ebner (4’)

Standard
Cinema

“Vita da giungla”

photodi Gabriele Ottaviani

Maurice è un pinguino che come il suo figlio adottivo, un pesce rosso, crede di essere una tigre. Perché si sa, i figli sono di chi li cresce, ché a generarli non ci vuol niente. È farli diventare grandi la sfida più dura. Una sfida che nel caso di Maurice è stata raccolta da Natacha, una splendida tigre, per l’appunto, a capo di una compagine di baldi giustizieri (un bradipo e un rinoceronte: l’istrice, ahimè, si è eroicamente sacrificato) che lotta per il bene della giungla contro il perfido koala Igor. Che, esiliato, si è ripresentato più incattivito che mai, disposto a prendersela con i nuovi guardiani, dopo che i vecchi sono stati annichiliti dal dolore per la perdita dell’amico. E il capo dei nuovi giustizieri è proprio Maurice, che è andato contro il volere dell’apprensiva mamma. Vita da giungla: alla riscossa! – Il film, in sala dal diciannove di ottobre, è tratto da una serie tv animata di grande successo in onda in Italia su Rai YoYo, è rocambolesco, coloratissimo e divertente.

Standard