Libri

“Crossdresser”

di Gabriele Ottaviani

Crossdresser, Stefano Ferri, Mursia. Stefano Ferri, pr di successo, conduce una selezione di imprenditori italiani alla stipula di importanti accordi ma nel giugno di undici anni fa in California la caratteristica, inconsueta e potenzialmente penalizzante che l’ha reso celebre e grazie alla quale si è comunque riuscito a costruire un’autorevolezza, ossia il suo non indossare gli abiti che tradizionalmente vengono associati al suo sesso, gli si ritorce contro in quanto due fanatici religiosi chiedono e ottengono la sua esclusione dall’evento, innescando un effetto domino che lo travolge in ambito professionale e privato: questa è la sua storia.

Standard
Libri

“La marcia su Roma”

di Gabriele Ottaviani

La marcia su Roma – 1922 – Mussolini, il bluff, il mito, Claudio Fracassi, Mursia. L’evento che ha dato il via a vent’anni e più di dittatura non è stata affatto la semplice risoluzione di una delle consuete crisi di governo italiane come forse inizialmente con ogni probabilità per la maggior parte ci si aspettava, ma un vero e proprio trapasso di regime, che Fragassi indaga con piglio poderoso per il tramite di atti ufficiali, discorsi, diari, statistiche, comunicazioni riservate, telefonate intercettate, retroscena svelati da chi ne fu partecipe: da leggere, perché la storia continui, giorno dopo giorno, a insegnare la sua lezione.

Standard
Libri

“La coppia dorata”

di Gabriele Ottaviani

La coppia dorata, Greer Hendricks, Sarah Pekkanen, Piemme. Traduzione di Giada Fattoretto. Radiata dall’albo degli psicologi per il metodo che sostiene di aver messo a punto e che l’ha resa celebre con la promessa di risolvere qualsiasi problema in sole dieci sedute, Avery Chambers non è una terapeuta come le altre, così come certo non è comune la coppia che si trova dinnanzi a lei e che esordisce subito rivelando uno sconcertante segreto, solo il primo di una lunga serie, che rischia di far precipitare tutto e tutti in un abisso. E… Dirompente.

Standard
Libri

“Otto milioni di dei”

di Gabriele Ottaviani

Otto milioni di dei, David B. Gil, Piemme, traduzione di Giulia Zavagna. In un Giappone feudale, ancora immerso in un medioevo violento e arcano, nonostante almeno secondo la partizione cronologica abituale ci si trovi in piena età moderna, una serie di morti, nell’anno del Signore millecinquecentosettantotto, in quel di Nagasaki, turba la quiete della missione dei gesuiti, i primi ad aver penetrato il mistero della remota “isola dorata” di cui si favoleggiava sin dai tempi di Marco Polo, scoperta solo pochi anni prima da navigatori portoghesi e dove era stato a lungo padre Martín Ayala, celebre linguista e traduttore, pioniere dell’avventura non solo evangelizzatrice nel paese del sol levante e del trono del crisantemo, il solo conoscitore occidentale della sua cultura e della sua impenetrabile lingua e destinato a tornare nel remoto arcipelago, almeno stando a quanto di inquietante reca scritto la missiva che, nella quiete del palazzo episcopale di Toledo, labirintico e maestoso, gli è stata appena consegnata da un enigmatico messaggero… Da non perdere.

Standard
Libri

“Parigi anno zero”

di Gabriele Ottaviani

Parigi anno zero, Giorgio Pirazzini, Miraggi. Eloquente e potente sin dall’immagine di copertina, il libro di Pirazzini conduce il lettore con mano sicura nei meandri di una storia che non manca di suscitare suggestioni e riflessioni: il viaggio notturno, travolgente, emozionante, angosciante di un padre che affronta ogni rischio per salvare la vita della figlia in pericolo è infatti anche una testimonianza e un grido di allarme per quel che concerne una società che sembra essere sempre più avviata verso la decadenza, la disumanità, l’abbrutimento. Da non perdere per nessuna ragione.

Standard
Libri

“Nebular”

di Gabriele Ottaviani

Nebular, Antonio Messina, Edizioni Il Foglio. Come in una fantasia futurista per cui è cosa buona e giusta non solo uccidere il chiaro di luna ma anche dare alle fiamme le biblioteche, simbolo della cultura del passato che impastoia le potenzialità fiammeggianti dell’umano intelletto, il protagonista di questa storia si appresta a fare piazza pulita di tutto ciò che è stato conservato, ripulendo la memoria come se fosse una tavoletta cerata da rendere liscia una volta di più. Eppure ciò che lo spinge a ideare un gesto così prepotente è un atto a suo modo d’amore, e… Intenso.

Standard
Libri

“Ofelia e la luna di paglia”

di Gabriele Ottaviani

Ofelia e la luna di paglia, Antonio Messina, Edizioni Il Foglio. Ambientato in un futuro distopico e inquietante, tragicamente possibile, il libro racconta di una programmatrice informatica che dopo aver progettato un gioco elettronico di grande successo si ritrova a viverci all’interno, e a rischiare di essere cancellata dalla banalità del male. Ma… Trascinante e simbolico.

Standard
Libri

“Il regno di vetro”

di Gabriele Ottaviani

Il regno di vetro, Lawrence Osborne, Adelphi, traduzione di Mariagrazia Gini. In fuga dagli Stati Uniti con un bel po’ di soldi che non dovrebbe avere, Sarah, protagonista di questo esotico, suadente e torbido thriller che diventa un’orrorifica storia psicologica d’impressionante tensione, si installa in un complesso residenziale lussuoso, artificiale e artificioso, ultratecnologico e  all’apparenza inviolabile in quel di Bangkok, un non luogo imperscrutabile e allegorico, un rifugio sicuro dalle turbolenze del mondo esterno e di un regime fragile e asfissiante che non tarda molto a trasformarsi in una prigione in cui caleidoscopicamente le paure e paranoie si riverberano e centuplicano a ogni angolo e a ogni incontro, come quelli con altre tre donne, quintessenza dei cosiddetti farang, gli stranieri viziati e viziosi, malvisti dalla popolazione locale e non solo. E… Deflagrante, destabilizzante, da non perdere.

Standard
Intervista, Libri

Il mondo perfetto di Clarissa Goenawan

di Gabriele Ottaviani

Clarissa Goenawan ha scritto Il mondo perfetto di Miwako Sumida: noi di Convenzionali siamo felicissimi di intervistarla.

Da quale intima esigenza nasce questo romanzo?

Sono affascinata dall’idea che spesso pensiamo di conoscere bene una persona, ma in realtà non è affatto così.

Chi è Miwako?

In questa storia è una studentessa universitaria a cui piace leggere. Ma allo stesso tempo chiunque può essere Miwako. Forse è una vicina, un’amica, una sorella. Può essere chiunque di noi.

Che importanza hanno nella vita e nella letteratura i silenzi, le attese, le speranze, i segreti?

I silenzi spesso sono la voce più forte. Le aspettative potrebbero condurre alla delusione, ma le speranze ci danno la forza per andare avanti. I segreti sono la verità che teniamo dentro di noi.

Come nasce un amore? E di cosa ha bisogno per rendere la vita più felice?

L’amore nasce inaspettatamente – ecco perché la gente dice che ti stai innamorando. Non puoi imparare a cadere. Cadi e basta. La felicità dipende dalle tue priorità. Se l’amore è la tua priorità, allora averlo nella tua vita ti renderebbe probabilmente più felice.

Come si elaborano il ​​lutto e il dolore?

Ognuno di noi ha il proprio modo di elaborare il dolore e il lutto. In caso di dubbio, dagli tempo. Il tempo guarisce.

Il più grande intellettuale italiano, Luca Serianni, recentemente scomparso, diceva che si scrive per tanti motivi, uno dei quali è parlare a sé stessi: pensa anche lei?

Sì. Di sicuro imparo a conoscermi meglio attraverso la scrittura.

Quali sono i suoi prossimi progetti?

Il mio terzo romanzo, Watersong, è appena uscito a giugno di quest’anno e spero che la traduzione sia pronta molto presto (verrà pubblicato da Carbonio Editore nel duemilaventitré). Proprio come Rainbirds e Il mondo perfetto di Miwako Sumida, Watersong è un mistero letterario con elementi di realismo magico ambientato in Giappone. Sto anche lavorando alla bozza di un nuovo romanzo. Tutti i miei lavori sono ambientati nello stesso universo, quindi si potrà incontrare qualche personaggio familiare.

Standard
Intervista, Libri

The perfect world of Clarissa Goenawan

by Gabriele Ottaviani

Clarissa Goenawan wrote The Perfect World of Miwako Sumida: Convenzionali is so glad to interview her.

From what intimate need does this novel arise?

I’m fascinated with the idea that often, we think that we know a person well, but actually, we don’t. 

Who is Miwako?

In this story, she’s a university student who enjoys reading. But at the same time, anyone can be Miwako. Perhaps she’s a neighbor, a friend, a sister. She can be any of us.

What importance do silences, expectations, hopes, secrets have in life and in literature?

Silences often carry the loudest voice. Expectations could lead to disappointment, but hopes give us the strength to go on. Secrets are the truth we keep within ourselves.

How is a love born? And what does it need to make life happier?

Love is born unexpectedly – that’s why people say you’re falling in love. You can’t learn to fall. You just fall. Happiness depends on your priorities. If love is your priority, then having it in your life would likely make you happier.

How are grief and pain processed?

Each of us has our ways of processing grief and pain. When in doubt, give it time. Time heals.

The greatest Italian intellectual, Luca Serianni, recently passed away, used to say that you write for many reasons, one of which is to talk to yourself: do you think so too?

I do. For sure, I get to know myself better through writing.

What are your next projects?

My third novel, Watersong, just came out in June this year and hopefully, the translation would be ready very soon. Just like Rainbirdsand The Perfect World of Miwako SumidaWatersong is a literary mystery with elements of magical realism set in Japan. I’m also working on a draft of a new novel. All my works are set in the same universe, so you’ll meet a few familiar characters.

Standard