Libri

“Il mio passato è un fiume malvagio”

di Gabriele Ottaviani

Non ho affatto un passato, essendo una pianta famigerata, o una intrusione, se preferite il termine archeologico, per un reperto intruso. Stando al passaporto sono nato a Saint Louis, nel Missouri, situazione più o meno alto-borghese, ovvero sarebbe potuto entrare al Saint Louis Country Club perché all’epoca nessuno aveva qualcosa in particolare contro di lui, ma i tempi cambiano e un bel po’ di gente ha avuto un bel po’ di cose contro di lui e si è creato una fama sui giornali e c’erano voci di, ehm, grane con la legge. Ricordate? Io preferisco di no…

Il mio passato è un fiume malvagio, William S. Burroughs, Adelphi. Traduzione di Andrew Tanzi. A cura di Oliver Harris e Bill Morgan. Edizione italiana a cura di Ottavio Fatica. Meraviglioso sin dal titolo e dall’immagine di copertina, questo epistolario (le lettere vanno dal millenovecentoquarantasei al millenovecentosettantatré) che apre un vero e proprio squarcio su un intero universo culturale si compone di lettere in gran parte indirizzate a giganti come Allen Ginsberg, Jack Kerouac, Paul Bowles e pochi altri, sodali uniti dalla convinzione di essere destinati a qualcosa di grandioso, e guidati dallo stesso Burroughs, a suo modo mentore e demiurgo, el hombre invisible – come lo avevano soprannominato gli arabi – che vaga, inesausto sperimentatore, per i vicoli di Tangeri e non solo, esponendosi a ogni contaminazione possibile, fra ritratti e autoritratti, amori, amicizie, avventure esotiche ilari e turpi, prigionie, ricoveri, ossessioni, per lo più sessuali, che si fanno musica con la sua lingua inconfondibile e unica, manie e fobie di un’intera comunità e perfino l’atroce esperienza dell’uccisione accidentale della moglie: sublime.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...