Libri

“Altre concupiscenze”

di Gabriele Ottaviani

Tema che ricorre in altri racconti di Salinger, vi è nel Giovane Holden un fratello morto, e con questa forma di divinità privata, non ricordabile, non nota ad altri, Holden ha continui dialoghi e gli dedica le sue preghiere esplicite di un libro che costantemente allude all’umiltà dell’invocazione. Ormai prossimo al crollo finale Holden ha di colpo l’atroce chiarezza dal senso della propria inconsistenza, dell’arbitrarietà assoluta tanto della continuità che della sparizione…

Altre concupiscenze, Giorgio Manganelli, Adelphi. La concupiscenza è un’ardente bramosia, un desiderio appassionato, una bruciante ricerca del piacere, e la letteratura, come il sesso, ne è espressione e sana portatrice: Manganelli, intellettuale finissimo e sottovalutato, integra il catalogo dei suoi amori di carta (Concupiscenza libraria) con questa sontuosa digressione fra le pagine più interessanti al mondo, un volume agile, trascinante, istruttivo senza essere didascalico, indimenticabile.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...