Libri

“Il tempo relativo”

di Gabriele Ottaviani

Riccardo vedeva allargarsi una crepa nella realtà fino ad allora solida e cristallina che lo circondava…

Il tempo relativo è quello della storia, maestra d’ampie vedute e significativi insegnamenti cui spesso, però, difetta l’attenzione degli allievi, quando non le mancano direttamente questi ultimi. Il tempo relativo è quello più neghittoso d’una realtà cittadina ma non metropolitana, più piccola e a misura d’uomo, punteggiata dalla risacca del mare. Il tempo relativo è quello per sé, per conoscersi, comprendersi, perdonarsi, e di volta in volta, con buona pace della incontrovertibile verità scientifica, scorre con ritmo diverso a seconda dei palpiti del cuore, estensione e assieme durata. Il tempo relativo è quello di una relazione padre-figlia nell’età acerba e crudele dell’adolescenza, quando è difficile dirsi quanto ci si voglia bene. Il tempo relativo è il tempo del ricordo, delle cose perdute e di quelle che d’improvviso si riaffacciano alla soglia della coscienza. Il tempo relativo è il romanzo, riuscito e compiuto, solido e limpido, ben caratterizzato, connotato nel dettaglio con vivida precisione, nonché ricco di livelli d’interpretazione e variegate chiavi di lettura, che Michela Lauriola, moglie, madre e docente di Manfredonia, splendida città di golfo, di castello, chiese e antiche mura, che condivide il compleanno con Leoncavallo, Nabokov e Shakespeare, essendo stata fondata il ventitré di aprile del milleduecentocinquantasei, ma già esistente come quella Siponto di cui si trovano tracce nei libri di storia, nei cataloghi archeologici, in musei come il celebre British londinese, nelle biografie dei papi – Giovanni Maria Ciocchi del Monte, ossia Giulio III: lo zio Antonio, che ne curò l’istruzione, fu arcivescovo di Siponto – e persino nell’onomastica, oltre che altrove, ha scritto, ambientandolo negli anni Novanta del secolo scorso, per Albatros, narrando, con accenti di formazione e insieme polizieschi, il ritorno a casa di un uomo, un’indagine per furto, lo strenuo cammino verso l’autodeterminazione di una ragazza forte e insieme fragile. Da leggere.

Standard

Una risposta a "“Il tempo relativo”"

  1. Pingback: Michela Lauriola e il tempo relativo | Convenzionali

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...