Libri

“Vorrh”

di Gabriele Ottaviani

Due ore dopo raggiunse la foresta, assaporandone di nuovo il profumo e l’ombra. Puntava a nord-ovest, e il suo obiettivo era chiaro: procedere in linea retta fino a lasciarsi il Vorrh alle spalle. Il viaggio lo avrebbe condotto direttamente nel cuore della zona proibita.

Vorrh – La foresta infinita, Brian Catling, Safarà, traduzione di Massimo Gardella, prefazione di Alan Moore, illustrazioni di Gianluigi Toccafondo. Nel fitto di una foresta se non si è particolarmente abili perdere l’orientamento è la cosa più facile del mondo: figurarsi in questa selva che oltre a essere oscura appare infinita, viva, senziente, un organismo quieto ma non domo che sornione osserva e determina le sorti umane. Si dice che nelle sue profondità addirittura ancora esista quell’Eden primigenio da cui l’umanità è stata scacciata e pare davvero che il tempo soprattutto scorra con un flusso che non ha eguali, destabilizzando e sconvolgendo chiunque cerchi di penetrare il suo mistero: eppure qualcosa è destinato a cambiare… Sublime.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...