Libri

“A/metà”

di Gabriele Ottaviani

Nella morsa della passione, era andata avanti per anni…

A/metà, Jasmin B. Frelih, Safarà, traduzione di Michele Obit. Frutto dell’ingegno sopraffino, straordinario e policromo di un narratore non a caso nativo della Slovenia, crocevia tra i più variamente frequentati nella storia, giovanissimo e già con pienissimo merito pluripremiato, questo romanzo dalla prosa visionaria, immaginifica, magnifica, perfetta, intrigante, avvolgente, avvincente, entusiasmante, ricchissima di chiavi di lettura e di interpretazione, di suggestioni, sensazioni ed emozioni, senza mai indulgere nella retorica, nel sentimentalismo o nell’enfasi conduce con mano sicura il lettore in un futuro prossimo e niente affatto improbabile, nonostante le allegorie, i simbolismi e le iperboli: la Grande Cacofonia ha distrutto ogni cosa, nel duemilatrentasei è possibile incontrare con la stessa frequenza soldati austro-ungarici e cyborg; l’incontro qui però è fra tre amici, che più dissimili non potrebbero essere, e che… Mozzafiato.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...