Libri

“Scrivere fantascienza”

di Gabriele Ottaviani

Essere l’Ospite d’onore di una Worldcon è, immagino, il vertice della carriera per uno scrittore di fantascienza. Avevo trentacinque anni quando toccò a me, uno dei più giovani di sempre…

Scrivere fantascienza – Riflessioni e rifrazioni, Robert Silverberg, 451. Traduzione di Marco Farinelli. Il genere spesso e volentieri, un po’ come capitava con l’elegia classica, che si caratterizzava per la partizione metrica in distici composti da un esametro e un pentametro, in realtà è una cornice da cui prendere le mosse per veicolare i più vari contenuti: se appunto l’elegia antica poteva farsi di volta in volta pure senza modificare granché la sua forma funeraria, amorosa, satirica oppure politica così la fantascienza è forse in assoluto tra tutti i generi quello che più di ogni altro mostra lo straordinario potere della letteratura di raccontare storie, consolare, confortare e comunicare, e quindi inventando mondi altri in realtà parla con voce piena ai suoi contemporanei, e, nelle aspirazioni, certamente, dell’autore, ai posteri, raccontando, attraverso la metafora e l’allegoria, le storture del presente. In questa raccolta di articoli, editoriali e saggi la fantascienza è dunque il centro di una grande riflessione sull’arte e il potere della parola portata a compimento da uno straordinario maestro. Da leggere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...