Libri

“Smoot”

di Gabriele Ottaviani

Smoot – Un’ombra ribelle, Michelle Cuevas, DeAgostini. Illustrazioni di Sydney Smith, traduzione di Alessandro Ferrari. Smoot è l’ombra di un bambino che non ride mai, e quindi di conseguenza anche la sua vita è una noia mortale: ma un giorno, con uno schiocco di dita, riesce ad affrancarsi e può vagare per il mondo felice e senza pensieri. Il suo esempio è seguito da altre ombre: riusciranno a far sì che, anche se non sono che figure di oscurità più o meno intensa proiettate da corpi opachi esposti alla luce su una superficie, nelle giornate dei loro proprietari arrivino i colori della gioia? Graziosissimo, per tutti.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...