Cinema

“Heavens above”

di Gabriele Ottaviani

Heavens above. Passato da Locarno. Scorretta, ironica, intelligente, sapida, fresca, lieve ma niente affatto superficiale, anzi, profondissima, caustica, brillante, irriverente, certo non blasfema ma sicuramente sacrilega, la commedia di Srdan Dragojević si dipana attraverso il tempo e lo spazio nella Serbia postcomunista narrando di tre miracoli surreali, un operaio che dopo un incidente si ritrova la testa cinta da un’aureola, un condannato a morte che cerca la salvezza per il tramite di un cellulare e un pittore le cui opere tolgono la fame alle persone: da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...