Libri

“Sotto la falce”

di Gabriele Ottaviani

È questo che significa essere stati risparmiati…

Sotto la falce – Un memoir, Jesmyn Ward, NN. Traduzione di Gaja Cenciarelli. Fra il duemila e il duemilaquattro, nel giro di poche miglia attorno al delta del grande fiume, il Mississippi evocativo e selvaggio, Jesmyn Ward, chi per omicidio, chi per suicidio, chi per incidenti determinati dall’abuso di alcol, chi per overdose, ha perso cinque persone che amava, tra cui suo fratello. La vita è più forte di tutto, ma così tanti dolori, e così ravvicinati, hanno bisogno di essere elaborati, e il senso si trova solo raccontando, alla morte si sopravvive con l’eternità garantita dalla parola, che attraversa il tempo e lo spazio, tramanda, rievoca, ridona voce a chi l’ha perduta per sempre, a quelli a cui è stata negata, dei quali è stata soffocata: così, con una prosa emozionante, magnifica e magnetica, delicata come un memoir, incendiaria come un pamphlet, Jesmyn Ward racconta le loro storie, e dunque anche la sua, e quella della gente di DeLisle, una comunità amorosa da cui è difficile spiccare il volo in una terra dove è arduo affrancarsi e raggiungere il benessere e il razzismo è un veleno che ha imbevuto ogni cosa fino alle radici.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...