Libri

“London Blood”

di Gabriele Ottaviani

Lui indicò un punto alle sue spalle, verso la riva del fiume. Lei si voltò, riparandosi con il dorso della mano dalle luci lampeggianti delle auto della polizia. Poi iniziò a camminare più veloce che poté. Michael cercò di trattenerla, ma Gillian riuscì a divincolarsi. I suoi passi sulla ghiaia fecero più rumore di quanto si aspettasse. Quando fu abbastanza vicina, quello che vide le provocò un capogiro più forte del primo. Claire era distesa sulla riva, con la testa in direzione dell’acqua. Da lontano, poteva sembrare addormentata tanto il suo corpo era composto. Da vicino, tuttavia, l’espressione attonita del suo volto, con gli occhi spalancati e vitrei, raccontava tutta un’altra storia. Gillian osservò la sua gola squarciata, i sottili rivoli di sangue che avevano impregnato la ghiaia fangosa e si erano uniti al fiume come un ruscello che affluisce nel corso d’acqua principale. Ma non fu questo che la sorprese. Ciò che la stupì fu che quella non era Claire. Non lo era più. Non era più la ragazza che lei aveva cercato invano di salvare dall’assassino.

London Blood, Giulia Nebbia, SEM. Ha ventidue anni, è italoinglese, dieci anni fa è stata spedita via da Londra a studiare contro la sua volontà nello Stivale dal padre assente rimasto tragicamente vedovo. Il suicidio della madre ha segnato la vita di Gillian, e di tutti quelli attorno a lei, cui non mancano tendenze sociopatiche: un giorno, però, riceve una telefonata che la spinge a tornare velocemente al di là della Manica. Perché è la sola che può mettere fine a una terribile catena di delitti… Mozzafiato.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...