Libri

“In buona compagnia”

di Gabriele Ottaviani

Talvolta Flora si considerava la mascotte di Margot…

In buona compagnia, Cynthia D’Aprix Sweeney, Frassinelli, traduzione di Silvia Fornasiero. Basta poco per diventare insicuri e mettere in discussione tutta la propria vita: il dubbio, si sa, è un nemico tremendo, ne sa qualcosa l’immensa Charlotte Rampling di 45 years, solo per fare un esempio. Flora e Julian vogliono festeggiare il diploma della loro unica figlia Ruby assieme agli amici di sempre, un’altra coppia, Margot e David, che ha condiviso con loro le utopie giovanili, le alterne fortune, gli sforzi per tenere in piedi la Good Company, la loro compagnia teatrale: è per questo che Flora vuole celebrare il tempo trascorso anche ritrovando una vecchia foto d’un’estate lontana. Il problema è che prima che nell’istantanea si imbatte in qualcosa che le era stato assicurato che non avrebbe dovuto esserci. E… Magistrale, magnetico, magnifico.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...