Libri

“La mia storia suona il rock”

di Gabriele Ottaviani

I deejay sulla piazza sono tantissimi e al pari dei musicisti si dividono in bravi e scarsi. Ci sono i producer, i selezionatori musicali, quelli che scratchano, quelli che creano, quelli che fanno ballare, quelli che mettono solo un genere, quelli che fanno pensare, quelli che aprono o chiudono le serate, che le inventano, che trasformano i pezzi, remixano, aggiungono, tolgono. Sanno captare l’energia della serata e, come compositori davanti a un film, riescono a mettere la giusta colonna sonora per il momento, rendendolo più emozionante. Stiamo parlando di quelli bravi, quelli scarsi fanno lo stesso effetto del musicista scarso, cioè non vedi l’ora che finisca. Comunque – a voler essere precisi – non è del tutto sbagliato affermare che un deejay suoni, non è giusto accanirsi sulla differenza tra chitarra e computer, altrimenti si dovrebbero considerare musicisti di serie B quelli che fanno elettronica solo perché potrebbero non saper fare una quinta mettendo le mani su una tastiera o impugnando un archetto. Ciò che produce musica, in italiano, suona, quindi chi produce suono, suona. Che usi gli strumenti tradizionali o un pulsante per azionare a tempo una canzone, il risultato è lo stesso: produce suoni, loop e crea nuovi brani e sound in tempo reale. Questo è il plus principale della performance al mixer. Poi, si può essere d’accordo o meno, ma questo è un altro discorso…

La mia storia suona il rock – Da Elvis ai DJ Set, suoni, musiche e canzoni tra mode e movimenti, Luca Pollini, Tempesta editore. Prefazione di Carlo Massarini. La musica è indispensabile nella vita di tutti, è un linguaggio universale che ognuno può comprendere e nel quale ciascuno a suo modo può ritrovare il lessico particolare delle sue emozioni: non solo dunque una carrellata nella storia di oltre mezzo secolo di generi, ma anche, per non dire soprattutto, un tributo e un atto d’amore: questo è questo libro, un viaggio, un’esegesi, un ritratto, un’avventura.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...