Libri

“La tua casa pagherà”

di Gabriele Ottaviani

Questo sì che mi è mancato…

La tua casa pagherà, Steph Cha, 21lettere, traduzione di Andrea Russo. I riots del millenovecentonovantadue a Los Angeles sono un pezzo di storia mondiale ancora tragicamente attuale, basti pensare al movimento Black Lives Matter e al feroce assassinio di George Floyd: tutto ha origine in seguito al tristemente noto pestaggio di Rodney King ma anche all’omicidio di Latasha Harlins, uccisa appena quattordicenne il sedici di marzo del millenovecentonovantuno dalla proprietaria coreana di un negozio di alimentari perché sospettata di voler rubare una bibita solo in quanto non particolarmente abbiente e soprattutto particolarmente nera. Del resto il razzismo c’è stato, c’è e ci sarà sempre, purtroppo, dappertutto, perché ognuno ha un pregiudizio verso l’altro, qualunque sia, in particolare nei confronti di chi reputa il suo avversario più temibile nella lotta per le risorse e il benessere, a meno che davvero non ci si impegni per sradicarlo, e non pare che sia stata realmente imboccata quella strada, purtroppo, anzi, la frustrazione della crisi esacerba sempre più gli animi, a ogni latitudine. Quest’opera, straordinario debutto narrativo nella forma del romanzo per un’editor, critica e intellettuale di chiara fama e gran pregio, formidabile, pluripremiata, necessaria, scritta in stato di grazia, costruisce un solido ponte fra passato e presente e fa perno su due famiglie, una coreano-americana e una afroamericana, chiamate a confrontarsi con la propria storia mentre la città degli angeli è di nuovo teatro di proteste e veglie per l’ennesima uccisione di un adolescente, naturalmente tutt’altro che wasp, da parte di chi dovrebbe viceversa mantenere l’ordine e tutelare la sicurezza di tutti, cioè la polizia. Impeccabile.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...