Libri

“La felicità non va interrotta”

di Gabriele Ottaviani

Mi sento in colpa perché Alessandro se n’è andato pensando che sua figlia fosse al sicuro con me…

La felicità non va interrotta, Anna Bardazzi, Salani. Lena è una delle migliaia di minori bielorussi mandati in Italia a disintossicarsi dalle radiazioni di Chernobyl, e quando Anna, che la sta aspettando con i suoi genitori, pronti a ospitarla per un mese, la vede per la prima volta ha un po’ paura che questa bambina biondissima sia venuta a rubarle l’amore della sua famiglia o, peggio, i suoi giochi. Ma in realtà in un attimo si scoprono sorelle, benché non le accomuni nemmeno una goccia di sangue. Passa il tempo, e questa divinità che tutto corrode non scalfisce neppure per sbaglio il loro legame: dopo vent’anni le due dopo sono di nuovo in un aeroporto, stavolta a Minsk, Anna ha studiato Scienze politiche e vuole combattere la dittatura che opprime la Bielorussia e salvare Lena, che ha perso la madre, ha un fratellino disabile e una figlia da crescere da sola, ma non è certo indifesa o doma, anzi. E… Due ritratti appassionanti per una storia potente e coinvolgente.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...