Libri

“La città di vapore”

di Gabriele Ottaviani

Ho sempre invidiato la capacità di dimenticare che hanno alcune persone, per le quali il passato è come un cambio di stagione…

La città di vapore, Carlos Luis Zafón, Mondadori. Traduzione di Bruno Arpaia. Aver avuto la fortuna di incontrarlo personalmente poco prima che se ne andasse per sempre, nella splendida cornice del palazzo dei papi di Viterbo, è un’emozione che non si dimentica: intellettuale finissimo, scrittore dal lirico immaginario e dal gran talento, persona di gentilezza rara, Carlos Luis Zafón è comunque immortale, perché questo è il più prezioso regalo che fa la letteratura, dona mille vite a chi la crea e a chi se ne bea. In questa deliziosa raccolta di racconti, come l’acqua per chi ha sete, c’è non solo la genesi del Cimitero dei libri dimenticati, ma la prova della sopravvivenza salvifica della bellezza, nonostante il male, nonostante il brutto, nonostante il dolore. Magnetico.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...