Libri

“Hard Cash Valley”

di Gabriele Ottaviani

La ferita alla spalla gli pulsava ancora, mandandogli scariche di dolore infuocato in tutto il corpo a ogni movimento, ma lui si muoveva comunque. Gli ci erano volute tutte le energie che aveva in corpo per rialzarsi dal pavimento di casa della donna americana. Aveva valutato l’idea di rimanere lì per tendere un’imboscata all’uomo che gli aveva sparato – l’assassino di Smoke – ma non era importante. Aveva ciò per cui erano venuti. Aveva preso i soldi ed era arrivato alla macchina. Era riuscito a rimanere cosciente per tutto il tragitto fino all’indirizzo trovato sui documenti di quell’idiota che aveva ucciso al motel in Florida. Pensava che forse lì avrebbe trovato il ragazzo, il secondo compito che gli era stato affidato. Aveva perso i sensi nel bagno. Non sapeva per quanto tempo fosse rimasto incosciente, ma era riuscito ad andarsene prima che quei due entrassero. Era uscito dalla porta sul retro prima che lo vedessero, facendo ritorno alla macchina. Era probabile che quelli in casa fossero poliziotti americani, e l’uomo che aveva ucciso Smoke non era con loro. Quello che li aveva attaccati la sera prima era un killer professionista.

Hard Cash Valley, Brian Panowich, NN. Traduzione di Matteo Camporesi. Dane è un uomo allo sbando, un detective che non si perdona la morte della figlia e della moglie, e a cui ora i federali chiedono di indagare, insieme all’agente Roselita Velasquez, che è tutto fuorché entusiasta della collaborazione impostale, sulla morte di Arnie Blackwell, un criminale con il vizio del gioco brutalmente assassinato in Florida, che ha per giunta un fratellino affetto dalla sindrome di Asperger che d’improvviso scompare. Gli indizi sembrano tutti condurre verso un grande combattimento di galli organizzato a Hard Cash Valley, in Georgia del Nord: per Dane è dunque giunta l’ora di tornare a Bull Mountain, e… Malinconico, aspro, magistrale.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...