Libri

“Lettere dalle città del futuro”

di Gabriele Ottaviani

Una città è…

Lettere dalle città del futuro, Beppe Sala, De Agostini. Le città sono un insieme di tante cose: di memoria, di desideri, di segni d’un linguaggio; le città sono luoghi di scambio, ma questi scambi non sono soltanto scambi di merci, sono scambi di parole, di desideri, di ricordi… Così scriveva Italo Calvino: ora, prendendo le mosse anche da questo sostrato, in veste di scrittore c’è il sindaco di Milano che racconta l’universo metropolitano ai ragazzi immaginando di avere sulla sua scrivania una scatola che raccoglie lettere dal futuro, perché la città è luogo di contatto, di comunicazione, quintessenza della socialità, che è ciò per cui sono nati gli esseri umani, e ancor di più in tempo di pandemia è necessario ricordare quanto la condivisione sia alla base di un mondo migliore. Da leggere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...