Libri

“La morte ti giudica”

di Gabriele Ottaviani

Bene, bene, pensò Claudia. Forse l’uomo non era così indifferente come voleva dare a vedere. L’ispettrice era davvero preoccupata per Hannah, anche se non sapeva spiegarsi il perché. Non le sembrava la solita giornalista scandalistica senza cuore. Le piaceva. In altre circostanze, pensò, sarebbero potute diventare amiche.

La morte ti giudica, Anne Coates, Nua, traduzione di Elisa Carini. Hannah Weybridge, giornalista investigativa freelance e madre single, dopo aver portato alla luce un caso di sfruttamento della prostituzione non può esimersi da ulteriori indagini che la getteranno nuovamente nell’occhio di un ciclone devastante nel momento in cui, apparentemente senza l’ombra di un movente, la sua amica Liz Rayman viene trovata con la gola tagliata nel suo studio dentistico. Ma… Ben scritto, ben congegnato, ben caratterizzato: mozzafiato.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...