Libri

“L’isola del silenzio”

di Gabriele Ottaviani

Fece lavori meno gradevoli, come le foto delle suore francesi con le quali il reparto speciale della ESMA tentò di dimostrare che erano state sequestrate dai Montoneros. Secondo Hernández quel sequestro fu un’iniziativa di due sottoposti desiderosi di dimostrare le loro capacità, mentre il reparto speciale era impegnato nella ricerca del tesoro dei Montonerose nella costruzione della campagna politica di Massera. “Acosta andò su tutte le furie, ma non le potevano rimettere in libertà perché le avevano già torturate”, dice Hernández.

L’isola del silenzio – Il ruolo della Chiesa nella dittatura argentina, Horatio Verbitsky, Fandango, traduzione di Andrea Grechi. Sparato a tutto volume, il tango copriva dagli altoparlanti per le vie le grida dei torturati, colpevoli solo di non volere la dittatura dei militari, di non desiderare di finire in fondo a un fiume gettati da un elicottero coi piedi cementati, di sognare un mondo migliore, dove far crescere i propri figli, sovente invece strappati loro appena venuti al mondo dal grembo materno: l’Argentina, per decenni, purtroppo è stata anche questo, e molto potere in giro per il globo ne ha approfittato. In tutto questo che cos’ha fatto la chiesa, che sette anni fa ha eletto proprio da questo remoto, per noi, angolo di terra il suo pontefice? Questo è il tema di un libro doloroso, importante, politico nel senso più alto del termine, necessario.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...