Libri

“Una giornata”

di Gabriele Ottaviani

Non avrei voluto darle questa spiacevole notizia, ma è bene che lei sappia cosa sta accadendo alle sue spalle…

Una giornata, Alain Elkann, Bompiani. Con Delaunay in copertina verrebbe da dire che piaccia vincere facile, e in effetti l’immagine è a dir poco meravigliosa. Ma splendida è anche la prosa, come sempre raffinata e misurata, di Elkann, che racconta ventiquattr’ore cruciali nell’esistenza di un uomo ambizioso ma annoiato e un po’ imbolsito, un direttore di museo che la cappa dell’umido maggio parigino pare opprimere più pesantemente che mai, mentre riflette sulle sue relazioni concluse, si interroga sulla sua salute e teme che il declino, da ogni punto di vista, sia prossimo. Inoltre, sessantottenne, non troppo lontano dalla pensione, parrebbe essere invece sul punto di fallire, per colpe non sue, l’ingresso all’Accademia… Elegante e intrigante.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...