Libri

“Il colore dell’odio”

di Gabriele Ottaviani

Ok. Ok. Andrà tutto bene. Andrà tutto bene. Non pensare a Corson. Non pensare a Corson. Jessup si accorge che la sorella lo sta osservando. Mette via il telefono poi la spinge avanti. Sciò, sciò. Jewel ordina una pallina di Cortaca Crunch in un cono ricoperto di cioccolato. La mamma prende un gelato con il biscotto. David John si limita a un caffè. Jessup non ha voglia di niente.

Il colore dell’odio, Alexi Zentner, 66thand2nd. Splendido fin dalla copertina, il romanzo di Zentner, autore canadese da tempo residente a Ithaca, nello stato di New York, indaga con intensa e cruda solennità, portando con ritmo incalzante la luce in oscuri meandri, mali contemporanei da cui troppo spesso si volge altrove lo sguardo, e che invece solo se vengono affrontati, compresi, conosciuti e analizzati possono essere superati e vinti: importante, attualissimo, necessario, Il colore dell’odio fa immergere il lettore nelle sabbie mobili dell’estremismo, del conflitto di classe, del suprematismo, del razzismo, delle contraddizioni sociali, dei pregiudizi e della difficoltà di abbandonare l’ambiente in cui si è cresciuti, soprattutto se questo ha regole particolarmente dure, di lasciarsi alle spalle la realtà che si era sempre ritenuta come il proprio mondo rassicurante, come la propria casa, prendendo le mosse dalla vicenda di Jessup, in apparenza un ragazzo come tanti che si impegna a scuola, ha degli amici e gioca bene a football. La sua famiglia, però, è legata a filo doppio alla Santa Chiesa dell’America Bianca, di fatto un’accolita di nazisti… Da non perdere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...