Libri

“La valle oscura”

di Gabriele Ottaviani

L’azienda era ossessionata dagli sviluppatori, e il sentimento era reciproco…

La valle oscura, Anna Wiener, Adelphi, traduzione di Milena Zemira Ciccimarra. Anna Wiener ha lavorato per cinque anni nella Silicon Valley e dopo che ha lasciato il suo impiego ha deciso di scrivere questo rapporto intelligente, inquietante, destabilizzante e potente che è anche una nitidissima fotografia, che conferma ancora una volta, qualora ve ne fosse bisogno, come non è mai tutto oro quel che riluce, che immortala una realtà per certi versi leggendaria e mitica, propagandata come la quadratura del cerchio, il capitalismo dal volto umano che mette al centro il benessere del dipendente e che quindi, attraverso la ricerca e lo sviluppo tecnologico rende il mondo migliore: ma ogni medaglia ha il suo rovescio, e in questo caso si tratta dell’accumulo di dati personali. Per vendere, sorvegliare e non solo…

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...