Libri

“Il danzatore dell’acqua”

di Gabriele Ottaviani

Mi hai salvato da un’unione con un uomo come quello e da tutti gli orrori che ne sarebbero derivati…

Il danzatore dell’acqua, Ta-Nehisi Coates, Einaudi, traduzione di Norman Gobetti. Meraviglioso sin dalla copertina, il romanzo è la storia di Hiram, diciannovenne, nato schiavo, che vive da sempre nella piantagione il cui proprietario è il suo genitore biologico, ché i padri sono un’altra cosa, e quello invece è solo l’uomo che, come sovente accadeva a quel tempo e in quei contesti, dove l’uso e l’abuso, la potenza e la prepotenza erano all’ordine del giorno, ha messo incinta sua madre e poi l’ha venduta, tanto che Hiram non ricorda alcunché o quasi della donna che l’ha messo al mondo: un giorno Hiram però viene gettato in un fiume, e così scopre di avere un dono. Un dono che è sinonimo di potere, possibilità, speranza, autodeterminazione, rivalsa, riscatto, indipendenza, libertà, rivincita, rivolta, ribellione, giustizia, per sé e per il suo popolo. Epico, lirico, magnetico.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...