Libri

“Everest”

di Gabriele Ottaviani

L’aria era gelida, così fredda, in effetti, che faceva male alla gola respirarla…

Everest – La storia della prima ascesa, Edmund Hillary, Piano B. Traduzione di Andrea Roveda. Ottomilaottocentoquarantotto metri. Quasi nove chilometri. In verticale, a partire dal livello del mare. La montagna per antonomasia, il tetto del mondo, il punto più vicino al cielo, un mito inviolabile, invulnerabile, incontaminato, scalato per la prima volta sessantasette anni fa: questo è il racconto, asciutto, intenso, coinvolgente ed emozionante, di un’impresa, che non è una semplice sfida, ma l’emblema del desiderio di fare sempre del proprio meglio, in ogni situazione. Da leggere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...