Libri

“Tracce di neve”

di Gabriele Ottaviani

«Non si preoccupi per me. Sto mettendo in scena una versione de La piccola fiammiferaia per un solo attore.» Ammucchiò i pezzettini di carta e li cacciò nella valigetta. «Terribilmente vizioso. Ma cosa ci fa qui?» «Torno a Wychcomb St. Mary, come lei.» Certo, quella non era una risposta soddisfacente per Page. «È uno dei suoi giorni londinesi. Ma se venisse da Londra non sarebbe salito sul treno qui. Avrebbe preso il treno a Paddington, come me, o avrebbe fatto il cambio a Oxford. Invece è salito ora, a…» Guardò fuori dal finestrino come se la campagna che gli scorreva davanti potesse rivelargli il nome della stazione che avevano appena lasciato. «Bourton on the Water,» gli venne in aiuto James. «Il punto è, non Londra.» «Proprio così.» Gli occhi di Page si ridussero a due fessure, simili allo sguardo di un’aquila. «In paese sono tutti convinti che lei vada a Londra due volte a settimana.» James scrollò le spalle. «Non posso farci niente.» «Mi vuole dire che quando i suoi pazienti le chiedono dove va al martedì e al giovedì lei mente? Stento a crederlo.» «No, dico loro la verità, cioè che ho delle faccende da sbrigare fuori città.» «E poi non dice il motivo? Penseranno che combini qualcosa di losco.» James abbozzò un sorriso ironico. «A nessuno verrebbe in mente che io combini qualcosa di losco. Lascio che pensino quello che vogliono e alla fine riempiono i buchi da soli.» Page lo osservò con un’espressione simile all’ammirazione. «E alla fine, prima o poi, smettono di chiedere?»

Tracce di neve, Cat Sebastian, Triskell. Traduzione di Lucia Bandini. Tornato a pezzi dalla guerra non vuole altro che pace. Ma nel suo paesino di campagna non lo attenderà la quiete dopo la tempesta, anzi… Una spia e un dottore si uniscono per venire a capo di un’intricatissima matassa, per scoprire la verità, per risolvere un delitto e lenire le ferite dei traumi che li opprimono nel contesto, assai ben reso, di un’Inghilterra lacerata: da leggere.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...