Libri

“Il mio amico”

Screenshot_20200820-060758di Gabriele Ottaviani

In questa domenica pomeriggio, con Cesare, stiamo cercando di goderci l’intimità della nostra nuova confidenza di adulti: per giunta ormai siamo anche colleghi, oltre che vecchie conoscenze. Due mezzi parenti appunto, mentre una volta si era tra medico e paziente con molte (taciute) deroghe al rigore professionale. «Ci hai mai pensato, Cesare? Il nostro era un rapporto del tutto irregolare». «Non solo ci ho pensato, Mauro, ma lo sapevo bene mentre quel rapporto lo abbiamo intrattenuto. Ho corso un rischio, anche se era in parte calcolato». «Pensa se l’ordine degli psichiatri avesse scoperto che il medico era amico intimo della famiglia del paziente…» «Peggio sarebbe stato se avessero saputo che in gioventù ero stato spasimante di tua madre, dunque il più agguerrito rivale di tuo padre…» «In effetti il suo unico vero concorrente: me l’ha detto lui in persona quando ci siamo spiegati, anni dopo il massacro».

Il mio amico, Daniela Matronola, Manni. Non manca l’ironia nella prosa fascinosa di Daniela Matronola, che indaga il reale andando al di là della superficie e delle apparenze e tessendo una trama raffinata e una profonda, antiretorica, caleidoscopica e originale meditazione sulla fragilità della condizione umana che si articola per il tramite di quattro racconti che vedono come protagonista Mauro, l’anestesista di un prestigioso nosocomio romano, un uomo che sa dunque sedare e gestire il dolore, fisico ma non solo… Intenso.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...