Libri

“La guerra fascista”

71yc189Q1cL._AC_UY218_di Gabriele Ottaviani

Il fatto determinante per scatenare l’offensiva terrestre sulle Alpi è però il crollo della Francia…

La guerra fascista, Gianni Oliva, Mondadori. Nel millenovecentoquaranta l’Italia entra in guerra al fianco dell’alleato Hitler, che due anni prima ha fatto la passerella su e giù per lo Stivale ricordata anche nello splendido Una giornata particolare di Ettore Scola: Mussolini è convinto che il Reich abbia già vinto, che sia questione di pochissimo perché si arrivi alla spartizione del potere globale. Come sappiamo, non è andata affatto così. Tre anni dopo un’Italia devastata e lacera firma sua sponte l’armistizio, ma il conflitto non termina per nulla, semplicemente, ammesso e non concesso che l’avverbio sia adeguato, è tutto capovolto, continua la violenza, prosegue l’orrore, non cessa lo sfacelo, non si placa l’onda di morte, e di fatto il fascismo non è più alla guida di niente, se non di qualche manipolo di irriducibili e violenti nostalgici: è pertanto il periodo dall’ora delle decisioni irrevocabili fino al millenovecentoquarantatré, alla drammatica seduta del Gran Consiglio del venticinque di luglio che esautora colui che aveva deciso di farsi chiamare duce, che aveva dato vita a un regime omicida e liberticida e le cui spoglie saranno invece esposte a piazzale Loreto, a Milano, nel volgere di poche decine di mesi, che, con impareggiabile perizia e linguaggio dotto, denso e alla portata di tutti, suffragato da una messe di documenti, Gianni Oliva indaga e racconta. Da non perdere. Per conoscere e capire.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...