Libri

“Senza”

senzadi Gabriele Ottaviani

Due giorni prima di Natale, mi arriva la lettera di licenziamento per assenteismo, è un sollievo enorme, una tragedia epocale, non dovrò più mentire, fingere di accettare gabbie, restrizioni e umanità varie, ma non ho più stipendio per pagarmi casa e il resto, e il resto è il lato peggiore: il processo per istigazione al suicidio prende una brutta piega, dentro lo scatolone che si sono portati via i carabinieri, con i miei libri sul nazismo hanno trovato le pagine strappate dal li­bro di anatomia patologica di Francesca, dettagli su come si pratica­no le amputazioni, che mi piaccia sedermi su una sedia a rotelle poi, come è venuto fuori all’interrogatorio, non migliora la situazione; l’avvocato vorrebbe sottopormi a perizia psichiatrica, passare per infermo di mente aiuta, io rifiuto. Stando alle prove e all’interrogatorio, è stata disposta la fine delle indagini preliminari e il mio rinvio a giudizio, gli inquirenti credono alla mia colpevolezza, sono la causa del suicidio di Cristina; la mia condizione ne risente, l’alternarsi di abbattimento e rabbia mi sfianca; sulla cronaca dell’Arena è uscito un trafiletto, spero che mio fratello non lo legga, per fortuna mio padre è preso dai suoi vigneti a Tortona. La condanna arriva velocemente, un anno e due mesi con con­dizionale grazie al patteggiamento chiesto al Giudice dell’Udienza Preliminare prima del rinvio a giudizio; l’avvocato sollecita il saldo di fatture che continuo a non pagare, mi dice di sbrigarmi sennò mi lascia per strada anche lui, questa specie di ricatto alimenta il mio disagio e il mio generico livore.

Matematico, ingegnere, in passato anche editore, Massimo Cracco ha una voce narrativa stentorea, asciutta, vibrante, caratteristiche che si riverberano anche nell’efficacissima e suggestiva copertina di Senza, per Autoririuniti, nera come l’oblio in cui vorrebbe gettare le proprie nefandezze chi ha qualcosa da nascondere (ma nitidi e bianchi si stagliano i caratteri della verità): il suo volume, inserito nella prestigiosa longlist di quest’anno di una delle più importanti rassegne letterarie italiane, il Premio Comisso, giunto alla trentanovesima edizione, indaga con prosa chirurgica i meandri più torbidi e perversi della storia del nostro paese e della società, inducendo alla riflessione, alla presa di coscienza, alla meditazione, a livello individuale e collettivo, culturale, economico, politico, etico, morale.

Standard

2 risposte a "“Senza”"

  1. Lucia Favaro ha detto:

    Ho appena finito di leggerlo. Bellissimo! La prima parte del libro è piena ora di mie sottolineature, molti passaggi descrivono esattamente molte mie inquietudini che fin’ora erano state solo superficialmente percepite e tradotte solo con inquietudine e tristezza generalizzata. La parte centrale è un po’ cupa..ma ci sta tutta anche perché nella terza, la piega che prende, sorprendente e imprevedibile mi ha incollata ad ogni pagina. Avrei anche qualche domanda per l’autore..un po’ specifica, che non pongo qui per non svelare troppo del contenuto del libro, magari saprete indicarmi la sede più opportuna.
    Grazie per questa bella occasione e ovviamente ne consiglio a tutti la lettura.

    Piace a 1 persona

    • Credo che sicuramente l’autore sarà lietissimo di poter comunicare con una lettrice così attenta e appassionata, si rivolga pure all’editore o direttamente a lui anche tramite i social o i vari contatti email che può trovare tranquillamente in rete! Grazie intanto a lei da parte nostra di cuore per aver letto e commentato anche la nostra recensione, ci fa piacere, nel nostro piccolo, poter essere utili e segnalare qualcosa di bello. Un caro saluto e ad maiora semper!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...