fumetti

“Milano criminale – La rapina del secolo”

unnameddi Gabriele Ottaviani

Milano criminale – La rapina del secolo, Paolo Roversi, Luigi Formola, Boris Squarcio, NPE. Bello più del sole fin dalla copertina, questo volume pregevolissimo, caratterizzato da tavole di rara suggestione, è l’esordio del formato bonellide “da edicola” sotto le insegne di NPE, e non poteva davvero esserci debutto migliore di questo formidabile adattamento del romanzo omonimo, dato alle stampe da Mursia e parte del dittico della Città Rossa comprendente anche Solo il tempo di morire, con cui Patrizio Roversi si è aggiudicato cinque anni fa il Premio Selezione Bancarella: è il ventisette di febbraio del millenovecentocinquantotto, Walter De Silva, designer geniale, compiva sette anni e a Milano, in via Osoppo, a un tiro di schioppo dal sempre più tristemente noto Pio Albergo Trivulzio, un commando di sette uomini assalta un furgone portavalori della Banca Popolare. La sequenza è da film: nessuno sparo, nessun ferito e un bottino di seicento milioni. La polizia indaga e ha inizio una vera e propria epopea, il cui epilogo sarà così commentato nientedimeno che da Indro Montanelli: Ufficialmente tutti sono contenti, anzi entusiasti del fatto che i criminali siano stati smascherati in modo da togliere a chiunque la voglia di imitarli. Ma, sotto sotto, senza osare dirlo, o dicendolo solo a bassa voce, la maggioranza tifava per i rapinatori. Impeccabile e imprescindibile.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...