Libri

“Lasciami andare”

unnameddi Gabriele Ottaviani

Immagina di morire. Di svegliarti in un corpo nuovo. Di lavorare con una persona che non conosci.

Lasciami andare, Katie M. Flynn, Frassinelli, traduzione di Chiara Brovelli. Distopico ma al tempo stesso decisamente attuale, come del resto è sempre l’arte, che nei fatti parla in ogni caso alla sua contemporaneità, anche, se non soprattutto, quando dà vita a un altrove, che funge da specchio, riverbero, eco e corrispondenza, il riuscito romanzo, leggibile, intenso, avvincente, compiuto, solido, profondo, disturbante, destabilizzante, stimolante e ben caratterizzato, che si deve alla penna di Katie M. Flynn, narra la storia di Lilac, una sedicenne che però ha smesso di essere la ragazza che è sempre stata, e per un motivo molto chiaro, e inquietante. Di lei, defunta, in una realtà in cui i vivi sono in isolamento per sopravvivere, è infatti rimasta solo la coscienza, divenuta proprietà di una società che installa le memorie in nuovi corpi, raffinatissimi umanoidi o, nel caso in cui si sia poveri, addirittura utensili. Alla coscienza di Lilac tocca in sorte una ragazza della sua età, il che la porta a rivivere quel che le è accaduto, fin quando non si avvede del fatto che… Mozzafiato.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...